Pulire i calamari: ti hanno mai detto quanto è facile? La tua frittura sarà perfetta!

Se hai voglia di una sfiziosa e croccante frittura di pesce, bisogna prima pulire i calamari a dovere: oggi ti insegniamo a farlo in 5 minuti, vedrai che risultato!

La frittura di pesce è uno di quegli antipasti che d’Estate non può mai mancare, sia nei tavoli di ristorante, sia nelle nostre casalinghe e tutti l’adorano, compresi i bambini. Certo, ormai nei vari supermercati possiamo trovare già il misto crudo, pulito e pronto da friggere ma ammettiamolo, dedicarci alla pulizia del pesce e prepararla noi dal punto di partenza è una vera e propria soddisfazione. Oltretutto il pesce fresco, appena comprato dal nostro pescivendolo di fiducia fa un profumo di mare incredibile che quasi quasi è un peccato pure cucinarlo! In una buona frittura di pesce ciò che non può mai mancare è il calamaro, tagliato a rondelline sottili che in cottura diverrà croccante fuori e tenero all’interno. Ma come si puliscono in realtà i calamari? Potrebbe sembrare un processo difficile ma noi oggi vi insegniamo i segreti degli chef per averlo perfettamente pulito e pronto da cucinare in soli 5 minuti. Vediamo insieme come fare

LEGGI ANCHE: Pulire le seppie? È semplicissimo: ti svelo un segreto che solo gli Chef conoscono, perfette in 5 minuti!

Pulire i calamari sarà una passeggiata con i segreti degli chef! Fallo insieme a noi, vedrai quanto sarà facile

La frittura di pesce è sempre molto gradita dai nostri ospiti quando decidiamo di organizzare un pranzo sul terrazzo o in giardino, bisogna proprio ammetterlo! Sfiziosa, croccante ed incredibilmente saporita, tra gli ingredienti non possono di certo mancare i pesciolini latterini, le cozze, le seppioline ed ovviamente delle gustose rondelle di calamari. Questa è quella classica ma in realtà possiamo davvero sbizzarrirci preparandola anche con il polpo, le vongole, il baccalà o il merluzzo, insomma, basta scatenare la fantasia! Ovviamente un pesce fresco e pulito con le nostre mani sarà sempre imbattibile ma come pulire i calamari evitando pasticci in cucina e allo stesso tempo evitando di perderne di ulteriore? Ve lo sveliamo noi in questa breve ma utilissima guida!

pulire calamari
Con questi consigli, la vostra frittura di calamari sarà sempre perfetta e riuscirete a pulirli in soli 5 minuti!
Foto di martin miranda da Pixabay

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE PER ALTRI TRUCCHI E CONSIGLI 

  • La pulizia dei calamari di per sé è piuttosto semplice, basta solo rispettare alcuni passaggi importanti. Iniziamo afferrando un calamaro dalla parte della testa. Indossiamo i guanti affinché si possa proteggere la pelle delle mani poiché per alcuni potrebbe generare prurito o fastidio. Inseriamo il pollice e l’indice alla base della testa afferrando con forza la parte in cui vi sono gli occhi e tiriamo completamente via l’interno.
  • Quando andremo a staccare l’interno noteremo una parte piuttosto melmosa e dalla consistenza molle, quello generalmente è lo stomaco. Tagliamolo via con un coltellino affilato eliminando anche gli occhi. Proseguiamo in questo modo svuotando tutti i calamari che ci occorrono. Quando elimineremo gli occhi da tutto il corpo, giriamoli in modo che la parte bassa sia rivolta verso di noi, esercitiamo una pressione verso l’interno e facciamo fuoriuscire il becco che andremo a staccare direttamente con le mani. Se i tentacoli stessi dovessero essere troppo lunghi potremo tagliarli in porzioni più idonee.
  • Quando tutte le componenti del calamaro saranno ormai sezionate possiamo andare a sciacquarli sotto acqua corrente fredda rimuovendo anche la pelle. Puliamo a dovere l’interno eseguendo dei risvolti che vadano a capovolgere completamente la testa, in questo modo la pulizia sarà mirata ed accurata. Sciacquiamo a dovere anche i tentacoli. Le ali che troviamo alla base della testa per una frittura di mare conviene tagliarli e friggerli insieme al resto ma se bisognerà pulirli per farli ripieni oppure alla piastra potremo lasciarli ancorati al resto del corpo. Possiamo decidere di congelarli già puliti ponendoli all’interno di buste adibite al gelo per poi riporli all’interno di contenitori con chiusura ermetica oppure affettarli già a rondelle, pronti poi per essere scongelati e fritti. In questo modo pulirli sarà una passeggiata e da oggi in poi non avrete più il timore di fare qualche pasticcio, ve lo garantiamo!