5 curiosità sulle cozze che forse non sai, ma che ti aiuteranno a riconoscere la loro freschezza

Vuoi essere sicuro di saper riconoscere le cozze fresche? Ci vorrà davvero pochissimo, basterà seguire questi semplici consigli. 

riconoscere cozze fresche
Ecco come riconoscere le cozze fresche. Foto di Zumasik da Pixabay

Il problema che ci assale ogni volta che acquistiamo i frutti di mare è sempre lo stesso. Ci domandiamo sempre, se quello che stiamo acquistando sia un prodotto fresco e di qualità o meno. Perché molto spesso pur rivolgendosi a negozi specializzati, si ha sempre la paura di poter essere truffati. E sappiamo benissimo a che rischi possiamo andare incontro se mangiamo dei frutti di mare non proprio freschissimi. In modo particolare le cozze, sono più difficili da poter riconoscere rispetto alle classiche vongole, perché essendo più grandi, riescono a trarre facilmente in inganno. Ma da oggi non sarà più un problema, perché vi basterà sapere queste 5 curiosità, che tra poco vi mostreremo e che, se presenti, sono sinonimo di freschezza e qualità.

LEGGI ANCHE: Frutti di mare: non tutti lo sanno, fai attenzione a questi ‘particolari’

Sono queste le curiosità che devi sapere per riconoscere le cozze fresche e di qualità

I frutti di mare, sono tra gli alimenti più pericolosi se consumati quando non sono più freschi. I problemi a cui si potrebbe andare incontro sono davvero seri. Proprio per questo bisognerebbe sempre rivolgersi alla propria pescheria di fiducia. Ma, se nonostante questo vi rimane qualche dubbio sulla loro qualità, allora vi basterà tenere d’occhio queste 5 curiosità, che se presenti, garantiranno la freschezza della cozza. Allora scopriamoli insieme:

  • La presenza dei denti di mare: questi piccoli parassiti presenti sul guscio delle cozze, indicano che ci troviamo di fronte a vere cozze di scoglio e non di allevamento. Questo vuol dire che siamo in presenza di frutti pregiati e saporiti;
  • Valve ben chiuse: le valve altro non sono che le due parti che compongono il guscio e se ben chiuse indicano che la cozza è fresca e ben conservata;

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE PER ALTRI TRUCCHI E CONSIGLI

  • Reazione agli stimoli: una volta aperte il frutto dovrà reagire se lo toccate, o se ci spruzzate sopra del limone;
  • Colore vivo: il colore del frutto dovrà essere vivo e brillante. Potrà variare dal giallo, all’arancione. Questa differenza di colore indicherà se la cozza è maschi o femmina. Davvero incredibile non trovate?
  • Odore: come ogni cosa ben conservata, la cozza non dovrà emanare nessun cattivo odore. Bensì dovrà essere quello tipico di mare.

Queste sono delle facili regole da seguire per aiutarvi nel riconoscere una cozza fresca e di qualità. Ricordatevi inoltre, che le cozze dovranno avere sempre l’etichetta che indica la loro provenienza, e qualora non fosse presente chiedetela espressamente. Ricordatevi che è un vostro diritto. Inoltre una volta acquistate riponetele nel ripiano più basso del frigorifero e consumatele entro massimo 1-2 giorni.