Sesso e covid: ricerca fa emergere dati allarmanti, destano preoccupazione!

Studi recenti hanno rilevato alcune problematiche relative al sesso ai tempi del covid: i dati emersi sono davvero preoccupanti. 

sesso e covid
Il sesso ai tempi del covid. Foto di Sasin Tipchai da Pixabay

Nonostante le incredibili aspettative dovute alla “convivenza forzata” della maggior parte delle coppie italiane, il tanto atteso baby boom, ossia un forte incremento delle nascite, non si è affatto verificato. Anzi, si può affermare con assoluta certezza, che c’è stato un calo addirittura dell’ 8%. Quindi a differenza di ciò che si aspettava, si è verificata una vera e propria tendenza conto corrente. Questo è accaduto principalmente, perché il forte impatto di dover vivere a stretto contatto 24 ore su 24, ha provocato un calo del desiderio del tutto inaspettato. E nonostante le riaperture e il passaggio alla zona bianca, gli esperti dicono che difficilmente la situazione possa migliorare in breve tempo. Studi recenti infatti, hanno dimostrato che questa problematiche, non è affatto rara, anzi, affligge addirittura 1 uomo su 4. Ma vediamo nel dettaglio a cosa ci stiamo riferendo.

LEGGI ANCHE: Partorire ai tempi del covid: quattro consigli utili per avere tutto sotto controllo

Sesso e covid: il problema a letto che colpisce 1 uomo su 4

La Società Italiana di Andrologia (Sia) ha condotto di recente un’importantissima indagine on line, secondo la quale circa il 60% degli uomini, ha provato durante la fase di lockdown, un fortissimo calo del desiderio. E nonostante la ripresa alla vita normale e alla solita routine, ben il 24% ammette di non aver risolto ancora questo problema. Proprio per questo motivo la Sia, per il secondo anno di fila e per tutto il mese di Giugno, ha riattivato un vero e proprio numero verde, pronto a rispondere a tutti coloro che soffrono o hanno sofferto di questa problematica, non più tanto rara.

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE PER ALTRI TRUCCHI E CONSIGLI

Ma non finisce qui, perché sempre tramite gli ultimi studi effettuati, è emerso che molto spesso, chi tra gli uomini ha contratto il covid, soffre di veri e propri disturbi e disfunzioni erettili. Seppur ancora non del tutto chiara la correlazione tra il covid e questi problemi andrologici, è ormai certo che il virus crei problematiche ben oltre ciò che s’immaginava.

Proprio per questo, come dicevamo prima, la Sia ha messo a disposizione di chiunque volesse, una linea telefonica pronta a rispondere a qualsiasi richiesta e qualsiasi domanda si voglia porre. Un team di esperti sarà disponibile dal Lunedì al  Venerdì, dalle 10 alle 19, per rispondere con professionalità a qualsiasi dubbio voi abbiate. Il numero per mettersi in contatto con loro è 800995125. Perché è importante che nessun tipo di problema venga mai trascurato.