Martina Colombari spiazza i fan: “Chiedere aiuto non è debolezza”, c’entra il figlio

Martina Colombari spiazza i fan con una confessione davvero inaspettata: “Chiedere aiuto non è debolezza”, c’entra il figlio 

Martina Colombari figlio
Martina Colombari, la rivelazione sul figlio: racconto incredibile (instagram)

E’ da sempre una delle donne più affascinanti e invidiate d’Italia, non solo per la sua bravura e il suo successo televisivo, ma soprattutto per la sua bellezza. Alta, statuaria, longilinea e con un fisico mozzafiato. I suoi occhioni blu hanno fatto impazzire e innamorare milioni di fan negli ultimi decenni. La ricordiamo sicuramente per il suo ruolo iconico in ‘Carabinieri’, che l’ha resa celebre oltre che come modella, anche come attrice. Successivamente ha debuttato con molto successo anche come conduttrice televisiva, e come molte sue colleghe, anche lei è partita dalla vittoria di Miss Italia. La sua è stata una carriera di grandissimo successo, come poche. Basti pensare che vinse il titolo nel lontano 1991, a soli 16 anni e subito dopo venne assunta da una delle più importanti agenzie di top model del mondo. Insomma una carriera ricchissima di successi, che però non le hanno certo impedito di trovare l’amore e costruirsi una famiglia, al fianco dell’ex stella del calcio Alessandro Costacurta.

LEGGI ANCHE: Martina Miliddi a Verissimo, le parole sulla madre: “Vorrei che non ci fosse”

Martina Colombari spiazza i fan: “Chiedere aiuto non è debolezza”, c’entra il figlio

I due si sono sposati nel 2004 con un matrimonio da favola, e da questo amore che ormai dura da decenni è nato anche un figlio. Figlio che nell’ultimo periodo ha dato un bel da fare ai due coniugi. Come tutte le coppie, vivono i problemi della quotidianità che qualsiasi genitore si trova a dover affrontare. Soprattutto a seguito della pandemia, che ha reso un po’ tutti i rapporti più complicati da vivere.

E in merito al suo rapporto col marito Billy Costacurta e il figlio, ha rilasciato delle dichiarazioni davvero inaspettate… “È difficile spronarlo senza demotivarlo. Soprattutto adesso, che manca la distanza. Già prima del Covid i genitori italiani non erano capaci di distaccarsi dai figli. E l’isolamento ci ha reso ancora meno lucidi. Noi ci siamo fatti aiutare da una psicologa che si occupa di genitorialità. Lo dico serenamente: chiedere aiuto non è un atto di debolezza, ma di grande amore per i propri figli.“. Pare quindi che la coppia abbia dovuto chiedere aiuto per ristabilire e sanare il rapporto col figlio adolescente durante la pandemia.