Mestruazioni, di che colore sono le tue perdite? Tutte le informazioni utili per la salute

Mestruazioni, di che colore sono le tue perdite mensili? Tutte le informazioni utili per conoscere il tuo stato di salute, incredibile

Colore mestruazioni
Di che colore sono le tue Mestruazioni? Cosa indicano? ( Irina Ilina da Pixabay )

Compaiono per la prima volta in adolescenza, intorno ai 12, 13 anni e accompagnano le donne per la gran parte della loro vita. Le mestruazioni sono per alcune donne dolorosissime, per altre meno, per altre ancora quasi impercettibili. Sono un elemento che accomuna un po’ tutte le donne, senza essere davvero uguale per tutte. Ognuna le vive in modo di diverso, chi con più semplicità, chi con più difficoltà, ma una cosa è certa, è grazie alla loro presenza che la donna può decidere o meno, nella maggior parte dei casi, di procreare. E mentre in molti Paesi del Mondo le mestruazioni sono considerate in modo molto più importante, rispetto all’Italia, ci sono alcuni aspetti fondamentali che è bene conoscere sempre. Il colore delle nostre perdite è infatti un importantissimo indicatore del nostro stato di salute, a cui dovremmo sempre e comunque prestare attenzione. Spesso si sottovaluta il colore delle mestruazioni, invece è un elemento davvero fondamentale a cui dare conto. Scopriamo come, attraverso i consigli di un’ostetrica. 

LEGGI ANCHE: Perdite marroni, rosa o bianche in gravidanza: quando bisogna preoccuparsi?

Mestruazioni, di che colore sono le tue perdite? Tutte le informazioni utili per la salute

In alcuni suoi scritti, la dottoressa in Ostetricia Maria Francesca Di Pasquale, ha pensato bene di dare delle indicazioni ben precise su quelli che sono i fattori di cui tener conto. E più nello specifico, i colori delle mestruazioni da tenere d’occhio.

  1. Sangue Rosso vivo: simile al colore delle ciliegie, è indicativo di un ciclo mestruale normale.
  2. Rosato o rosso chiaro: può essere presente all’inizio della mestruazione, può in alcuni casi indicare carenza di estrogeni, o la presenza di altre condizioni come l’ovaio policistico, la perimenopausa o una alimentazione non equilibrata.
  3. Sangue Rosso scuro: generalmente è presente al termine delle mestruazioni, se invece si protrae, può indicare un alto livello di estrogeni o la presenza di fibromi.
  4. Sangue Marrone: è il sangue morto, ovvero ossidato. In genere lo vediamo alla fine del ciclo.
  5. Sangue rosso gelatinoso e con coaguli: può indicare alterazioni ormonali come bassi livelli di progesterone e alti livelli di estrogeni.
  6. Sangue quasi arancione o mix tra rosso e grigio, con cattivo odore, è indicativo di una infezione

In ogni caso è sempre meglio rivolgersi al proprio ginecologo per una visita specialistica di controllo e avere sempre la situazione sotto controllo.