Senato, approvato assegno unico 250 euro: chi sono i beneficiari

Approvato l’assegno unico di 250 euro per tutte le famiglie da parte del Senato, importanti novità: ecco a chi spetta e come funziona

La notizia arrivata direttamente da Palazzo Madama un giorno fa sulle importanti novità legate all’assegno unico per tutte le famiglie. Con quasi tutta l’aula a favore, l’obiettivo principale è quello di garantire a tutte le famiglie un bonus mensile di 250 euro per ogni figlio a carico con maggiorazioni riferite per tutti coloro che abbiano figli disabili. L’intervento fa parte del Family Act e prevede l’erogazione del servizio dal settimo mese di gravidanza fino al compimento del 21esimo anno d’età. Nei prossimi mesi vedremo anche il formarsi dei Decreti necessari all’adempimento dello stesso, scopriamo meglio tutti i dettagli

LEGGI ANCHE: Bonus per le famiglie 2021, tutti gli ‘aiuti’ previsti nel nuovo anno!

Il senato approva l’assegno unico di 250 euro a sostegno di tutte le famiglie con figli a carico

Con 227 voti a favore, 4 astenuti e nessun voto contrario, il Senato ha approvato l’assegno unico di 250 euro per ogni figlio a carico vedendo delle maggiorazioni per quelli disabili. Il servizio sarà riconosciuto dal settimo mese di gravidanza sino al ventunesimo anno d’età vedendo la totale cifra per tutti coloro con reddito più basso e i valori base per quelli appartenenti alle fasce più alte. La Ministra della famiglia, Elena Bonetti lo ha riconosciuto come passo importante di un nuovo tempo futuro che vede in prima linea le nuove generazioni. L’erogazione dovrebbe partire già dal 1 Luglio e rispetto ai provvedimenti passati, questa volta verranno inclusi incapienti e partite IVA. L’importo verrà modulato in base all’ISEE familiare e vedrà, oltre le novità già dette, una maggiorazione a partire dal terzo figlio. Ma chi sono i reali beneficiari?

senato assegno 250 euro
Ecco chi sono i beneficiari dell’assegno familiare
Foto di Peter Stanic da Pixabay

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE PER ALTRI TRUCCHI E CONSIGLI 

Come già detto l’importo verrà modulato in base al proprio ISEE. Tutti coloro che apparterranno ad una fascia più bassa vedranno l’erogazione totale e completa dell’importo che tuttavia si aggira sui 250 euro mensili, anche se le conferme arriveranno solo in seguito, dovendo prendere in considerazione le risorse a disposizione. Chi apparterrà ad una fascia di reddito più alta riceverà solo la quota base. Potrà essere richiesto da tutte le famiglie e per i figli maggiorenni vi sarà una minorazione dell’importo nonostante la maggiorazione a partire dal terzo figlio mentre per i genitori di figli disabili non è previsto limite d’età. I possessori di partita IVA potranno beneficiare dell’assegno ma non solo: anche chi si trova in disoccupazione potrà usufruire del bonus.