Cosa fa il tuo bambino nella pancia? 5 azioni quotidiane che non ti aspetteresti mai

Cosa fa il tuo bambino nella pancia durante il giorno? Queste sono le 5 azioni quotidiane che non puoi vedere e non ti aspetteresti mai 

Gravidanza, bambino in pancia
Gravidanza, cosa fa il tuo bambino in pancia

I bambini sono la gioia della vita e per una mamma portare in grembo una nuova vita è un evento davvero di straordinaria bellezza. Vedere la pancia che inizia a crescere, il corpo che cambia è meraviglioso… Poi il bambino inizia a farsi sentire prima piano piano, poi sempre più forte, ed eccolo che si fa sentire e vedere chiaramente attraverso la pelle della pancia. Un’emozione unica e indescrivibile da raccontare e spiegare. Sentiamo i suoi piedini e le sue manine muoversi, spingere sotto la pelle della nostra pancia, ed ecco che improvvisamente somigliamo più a dei piccoli extraterrestri che a degli umani. Le nostre pance hanno vita propria e in alcuni momenti vorremmo anche che il nostro piccolo stesse un po’ fermo e ci facesse riposare o magari fare una passeggiata senza doverci contorcere dal dolore. Non sempre i loro movimenti sono piacevoli e adorabili, a volte le loro doti da contorsionisti ci comprimono gli organi facendoci sentire tutte in subbuglio. 

Cosa fa il tuo bambino nella pancia? 5 azioni quotidiane che non ti aspetteresti mai

Sentendo manine e piedini sempre in movimento spesso pensiamo che siano gli unici movimenti o meglio, le uniche azioni che i nostri piccoli fanno all’interno della pancia. In realtà non è così. I nostri piccoli monelli compiono molte azioni, che prescindono dal semplice muovere mani e piedi. Queste ad esempio sono 5 azioni che noi non possiamo vedere dall’esterno, ma che i nostri cuccioli compiono quotidianamente dentro il nostro ventre. 

  1. Il nostro bambino sente le emozioni proprio come noi, anche se le esprime in modo diverso. Però è in grado sin dallo sviluppo in pancia di fare smorfie e sorridere. 
  2. Il nutrimento arriva al bambino attraverso il cordone e il liquido amniotico ed è attraverso questi che pian piano riesce a sviluppare il senso del gusto. 
  3. A partire dalla 19 esima settimana circa inizia a sentire in modo più nitido i rumori provenienti dall’esterno, e familiarizza con la voce dei genitori. Per questo è importantissimo parlargli e cantargli le filastrocche che poi sentirà quando nascerà. Ne ricorderà i suoni e le cadenze, sentendosi protetto e in un luogo sicuro.
  4. I polmoni del nostro piccolo si apriranno al momento dell’uscita dalla pancia materna, quindi in pancia non gli è possibile piangere come una volta uscito. Eppure esprimerà tristezza attraverso la mimica facciale. Tra l’altro sarà in grado di sbadigliare, ovviamente senza incamerare né aria, né liquido all’interno dei polmoni. 
  5. Più o meno intorno alla 20 settimana il piccolo inizierà a tenere gli occhi aperti all’interno della pancia. Ce ne possiamo accorgere dai cambiamenti dei suoi movimenti in base alla variazione di luce. Coperti sempre dai vestiti, vedono tutto buio, scoprendo la pancia, la luce improvvisa potrebbe dargli fastidio, costringendolo a stare ‘fermo’ per qualche minuto.