Panno cattura polvere: il trucchetto per farlo in casa che ti lascerà senza parole

Fare in casa il panno cattura polvere non solo ci permetterà di risparmiare ma di averne uno riutilizzabile, detergente e disinfettante. Scopriamo insieme come fare

In commercio troviamo tantissimi panni cattura polvere da attaccare alle scope oppure da passare sulle superfici, dal potere elettrostatico. Difatti, riescono a far aderire gli acari sul loro tessuto intrappolandoli e dimostrano di essere molto più efficaci di un classico spolverino. Ma perché spendere soldi quando è possibile realizzarlo in casa con alcuni ingredienti comunemente riposti in cucina? Scopriamo insieme come farne uno con le nostre mani lavabile e riutilizzabile. Avremo pertanto bisogno di:

  • Ritagli di tessuto rettangolari in cotone;
  • 300 ml di acqua calda;
  • 200 ml di aceto di vino bianco;
  • 1 limone;
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva;

LEGGI ANCHE: Cambio di stagione: come pulire l’interno degli armadi con un trucchetto infallibile

Panno cattura polvere faidate: l’idea che non avresti immaginato per una pulizia profonda ed efficace

Perché spendere soldi inutili quando è possibile realizzare in casa un ottimo panno elettrostatico cattura polvere? Vi starete chiedendo, ma come è possibile? Sarà un processo complicatissimo! Nulla di più sbagliato in realtà. Vediamo insieme come farlo in casa passo per passo:

panno cattura polvere
Possiamo utilizzare anche i classici panni in microfibra

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’ 

  1. Tagliamo a metà il limone, spremiamolo ricavando il suo succo e poi tagliamolo a tocchetti piccoli. Inseriamolo in una boccia di vetro con chiusura ermetica.
  2. Aggiungiamo all’interno del barattolo l’acqua molto calda, l’aceto e l’olio ed agitiamo il recipiente per qualche minuto, in modo che gli ingredienti possano amalgamarsi a dovere.
  3. Riapriamo la boccia, inseriamo all’interno i ritagli di tessuto oppure dei comuni scampoli bianchi di cotone in modo che possa assorbire i liquidi. Capovolgiamo il recipiente e lasciamolo a testa in giù per circa 3 ore.
  4. Passato il tempo necessario strizziamo leggermente i panni, stendiamoli e lasciamoli asciugare completamente all’aria aperta.
  5. Il nostro panno cattura polvere è pronto. Possiamo utilizzarlo in svariati modi, uno tra i più classici è quello di attaccarlo alla nostra scopa e passarlo sui pavimenti. Adatto a qualsiasi tipologia, sarà ancor più indicato sul cotto, sui marmi e sui gres porcellanati. Possiamo utilizzarlo direttamente sui mobili in legno o sui piani della cucina, vi accorgerete del suo efficace potere pulente proprio perché la polvere rimarrà ancorata. Per riutilizzarlo basterà lavarlo a mano o in lavatrice e poi ripetere la stessa operazione del barattolo per conferirgli nuovamente l’effetto ‘elettrostatico’.