Bulbi in vetro, non ci avreste mai pensato: idea originale per recuperare i vasetti vecchi

Bulbi in vetro, non avreste mai pensato di coltivarli in questo modo: idea originale per recuperare i vasetti vecchi delle conserve 

Bulbi in vetro
Bulbi in vetro: idea originale per recuperare i vasetti vecchi

Non tutti hanno il pollice verde, ma sicuramente quasi a tutti piacciono le piante e stesso si pensa che prendersi cura di esse sia davvero difficile. In realtà non è molto difficile, l’importante è documentarsi e soprattutto dedicarci almeno un paio d’ore a settimana. Una delle cose più ‘difficili’ da coltivare sono i bulbi, poiché bisogna pensare a moltissimi fattori nel momento in cui si piantano nella terra, ma quello che forse non sapete, è che i bulbi possono essere coltivati anche senza il terriccio. Non è un’eresia quella che vi stiamo dicendo, anzi. Vi basti pensare alle orchidee, loro non hanno bisogno di terreno, ma solo di sassolini e legnetti a cui ancorare le radici, che traggono il loro nutrimento direttamente dall’acqua. Benissimo, il principio è lo stesso. Anche altri bulbi possono essere coltivati e fatti crescere in vitro proprio come le orchidee, senza il bisogno di aggiungere terreno. Questo metodo può essere decisamente proficuo per due ragioni.

  1. E’ decisamente più semplice vedere e capire la nostra piantina di cosa ha bisogno
  2. E’ un ottimo modo per riciclare i vasetti di vetro della cioccolata, della marmellata o dei sughi

Quindi uniamo facilmente utile e dilettevole.

LEGGI ANCHE: Non hai mai utilizzato questo ingrediente come fertilizzante per le tue piante: saranno come nuove!

Bulbi in vetro, non ci avreste mai pensato: idea originale per recuperare i vasetti vecchi

Riuscire a far crescere le nostre piantine all’interno dei vasetti in vetro, senza terreno, non è difficile. Ovviamente però abbiamo bisogno di seguire alcune accortezze che daranno grande impatto alla nostra pianta. Vediamo quindi cosa ci occorre:

  1. Bulbi di: giacinto, tulipano, muscari, amaryllis e narcisi (sono quelli più facili da coltivare in questo modo)
  2. Vecchi vasetti in vetro
  3. Ghiaia sottile o sassolini
  4. Terriccio

La prima cosa da fare è lavare e sterilizzare i nostri vasetti in vetro, avendo cura di non lasciare alcuna traccia di detersivo. Sul fondo posizionate 3 4 cm di ghiaia per il drenaggio dell’acqua in eccesso e poi mettete 3 cm circa di terriccio. Adesso adagiate il bulbo nel terriccio e innaffiate. L’acqua dovrà arrivare fino alle radici del bulbo. Questo passaggio dell’acqua va effettuato 1 volta a settimana, a meno che non faccia molto caldo e l’acqua evapori molto velocemente. In quel caso anche 2 o 3 volte a settimana.