Riprendi il tuo abete di Natale in questo modo: lo avrai rigoglioso tutto l’anno

Riprendi l’abete di Natale dopo le feste per riaverlo l’anno successivo, con alcuni consigli e trucchetti sarà sano, rigoglioso e ben tenuto!

Nonostante ormai siano in molti a scegliere un abete finto da montare e smontare ad ogni Natale, sono in altrettanti a proseguire la tradizione di decorare quello vero. Ha sicuramente tanto fascino ed ammettiamolo, non potrà mai essere comparato a quello smontabile. Di diverse tipologie e misure, generalmente quello presente nelle nostre case è quello con gli aghi sottili e corti e con i rami semi lunghi, con colorazioni che partono dal verde sino ad arrivare all’azzurrino. Ma se volessimo mantenerlo tutto l’anno? E’ possibile? Con qualche piccolo trucchetto e accorgimento, sarà una pianta d’arredamento perfetta, soprattutto se si possiede un giardino! Scopriamo tutti i dettagli

LEGGI ANCHE: Vuoi piantare del basilico? Segui questi consigli per un balcone super profumato

Riprendi l’abete di Natale in questo modo: sarà forte e rigoglioso tutto l’anno!

Se siamo già consapevoli di non poter dedicare del tempo al nostro vecchio abete di Natale, affinché non si lasci morire, è possibile riportarlo al vivaio cui è stato comprato oppure rivolgersi alla guardia forestale che provvederà a piantarlo in un ambiente sano e confortevole. Se invece vogliamo ancora coccolarlo per qualche anno, sarà possibile in completa autonomia, ma bisognerà seguire alcuni accorgimenti. Vediamone qualcuno insieme:

riprendi abete natale
Gli abeti resistono anche ai freddi più gelidi, per cui lasciarlo in giardino tutto l’inverno non lo rovinerà

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’ 

  • L’abete non necessita di cure estreme o giornaliere, ma è essenziale lasciarlo in punti luminosi affinché cresca al meglio. Tuttavia non conviene lasciarlo in luoghi di mezz’ombra poiché andrebbe a perdere i suoi aghi. Lasciamolo in un punto strategico in cui vi sia un buon compromesso di luce, non eccessivamente diretta e soprattutto, lontano dal vento secco o asciutto.
  • Generalmente gli abeti tendono a crescere piuttosto velocemente, soprattutto in altezza. E’ importante, dopo le festività natalizie, rinvasarlo in un vaso grande e spazioso. Se si ha un giardino i primi 2 anni può essere lasciato per com’è, ma si potrebbe vagliare l’ipotesi di piantarlo direttamente in terra, ma bisogna specificare che l’abete crescerà davvero tanto.
  • L’abete necessita di un terreno spesso umido, ma non bisogna mai lasciare che ristagli l’acqua. Bisogna trovare il giusto compromesso tra umidità e acqua, assicurandosi che non rimanga mai per troppo tempo asciutto. In estate può essere annaffiato di meno, ma l’importante è lasciare ai piedi del vaso delle garze imbevute, cambiandole spesso. Durante le serate estive è possibile bagnarlo sul fusto e sugli aghi per rinfrescarlo, mentre nelle ore più caldi, va evitata l’acqua o l’annaffiatura. Il periodo giusto è di circa 20 giorni.