‘A pasta cu ‘e pprete: ingredienti e ricetta del famoso piatto della cucina stabiese

Come si prepara ‘A pasta cu ‘e pprete: ecco gli ingredienti e la ricetta, passo dopo passo, del piatto della cucina popolare di Castellammare di Stabia. Una vera delizia!

A pasta cu 'e pprete
Come preparare ‘A pasta cu ‘e pprete’, una vera delizia nata nella cucina popolare stabiese: ecco la ricetta

‘A pasta cu ‘e pprete, ovvero la pasta con le pietre, è un piatto nato nella cucina del Comune di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli. La ricetta è stata creata per permettere a tutti di assaporare il gusto unico del mare, nonostante le scarse disponibilità economiche. In passato, solo i ricchi potevano permettersi piatti con frutti di mare, i più buoni, pescati nelle acque della costiera sorrentina. I veri stabiesi decisero di creare ‘A pasta cu ‘e pprete’ pescando sulla riva di Pozzano pietre di piccola e media grandezza: le usavano per condire l’acqua della pasta, per dare un aroma di frutti di mare. Siamo qui per offrirvi la vera ricetta di questo piatto appartenente alla cucina tradizionale stabiese! Cosa serve? Ecco gli ingredienti:

  • 5-6 pietre di mare di media e piccola grandezza
  • 900 gr. di pomodorini maturi (San Marzano DOP, datterini, corbarino, passata di pomodoro da 750g in barattolo)
  • ½ Kg. di spaghetti o linguine
  • 125 gr. di olio extra vergine di oliva (mezzo bicchiere)
  • 1 spicchio di aglio
  • Peperoncino piccante
  • 1 ciuffo di prezzemolo fresco
  • Sale q.b.

Leggi anche >> Pasta e vongole: la ricetta che non hai mai immaginato per un primo piatto da veri Chef

A pasta cu ‘e pprete: ingredienti e ricetta del famoso piatto della cucina stabiese

A pasta cu ‘e prete, vi abbiamo raccontato, è un piatto tipico della cucina ‘povera’ stabiese. Prepararlo è davvero facilissimo! Per prima cosa bisogna inserire in una pentola, piuttosto capiente e dai bordi alti, la quantità indicata di olio d’oliva, l’aglio sbucciato e tagliato a pezzi ed il peperoncino piccante tritato. Fateli soffriggere prima di aggiungere i pomodorini (precedentemente lavati e tagliati a spicchi). Ponete le pietre di Pozzano in un canovaccio bianco e legatelo: unitelo al sugo preparato poco prima e fate cuocere tutto insieme per circa 30 minuti. La fiamma deve essere bassa. In quei minuti le pietre sprigioneranno tutti gli odori marini: regaleranno al vostro sugo l’essenza dei frutti di mare!

Manca un ultimo passaggio: cuocete in padella spaghetti o linguine, come più preferite, in acqua salata già bollita. Vi consigliamo una cottura della pasta piuttosto al dente: il sugo non deve diventare invece troppo ristretto. Una volta pronta la pasta, unitela al sugo ed avrete il vostro piatto al sapore di mare!

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’