Le tradizioni più strane della Befana: alcune di queste sono davvero divertenti

Alcune tradizioni celebrate nel giorno della Befana sono davvero molto strane ed alcune di queste addirittura divertenti! Scopriamole insieme

Il giorno dell’Epifania, ovvero il 6 Gennaio, è il giorno in cui i bambini sanno già che al loro risveglio vedranno le calze appese al camino o sui davanzali delle finestre colme di dolcetti, caramelle, cioccolata ed anche qualche giocattolo. Ampiamente diffusa in Italia, in realtà sono tante le usanze e le tradizioni legate alla vecchietta più famosa e nel nostro territorio, in tante città le piazze si adornano con milioni di donne, uomini e bambini vestiti proprio da Befana, per salutare con gioia l’ultimo giorno delle festività natalizie. Ma non solo noi sentiamo questa festa, ma in tanti altri stati possiamo trovare alcune tradizioni davvero strane e particolari. Curiosi? Scopriamole insieme

LEGGI ANCHE: Perché si appendono le calze per la Befana? Non lo avresti mai immaginato

Le tradizioni più strane della Befana: dal Messico, alla Russia, alcune sono piuttosto divertenti

Iniziamo subito col dire che mentre in Italia è la Befana la protagonista dell’Epifania, in altre parti del mondo sono invece i Re Magi a lasciare non solo dolci, ma veri e propri regali, una sorta di secondo Natale! In Spagna ad esempio, ogni bambino lascia la propria scarpa fuori dalla porta di casa, sapendo già che il mattino successivo la ritroverà piena di regalini. Come segno di gratitudine si lascia del marzapane per i Magi e del fieno per i cammelli. In Messico ogni anno viene preparato il Roscon de reyes, un dolce con fichi, frutta candita e mele e ripetutamente ad ogni Epifania, circa 2000 pasticceri si uniscono per prepararne uno di 9 tonnellate, usando addirittura 38 mila uova!

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’

tradizioni strane befana
A Viterbo si festeggia ogni anno il Festival della Befana, vedendo ogni donna travestirsi da vecchietta con fazzoletti, cappelli e scialli

 

In Germania il giorno dell’Epifania non è festivo e si rientra già a scuola, ma viene preparata ogni anno la Dreikonigskuchen, la torta dei Magi. In Svizzera oltre a questo dolce vengono preparati dei paninetti con una sorpresa all’interno e chi la troverà avrà fortuna per tutto l’anno. In Romania ed Ungheria sono invece i bambini a travestirsi da Magi, girando di casa in casa a chiedere monetine e dolcetti, intonando canti tipici del giorno di festa. In Russia invece troviamo una sorta di sorella della Befana, Babuschka, che accompagna Padre Gelo, ovvero il nostro Babbo Natale, a consegnare i doni il 6 Gennaio, il giorno di Natale per il culto ortodosso. Per finire, in Islanda non troviamo Magi o Befane, ma la celebrazione del tredicesimo giorno dopo Natale. In questa festa, si da l’ultimo saluto al Babbo Natale rimanente(difatti sono proprio 13 i Santa Claus presenti), con una fiaccolata e accompagnato dalla popolazione e dagli elfi compresa la loro regina. Ovunque ci si trovi, ognuno festeggia al meglio la fine di un periodo che sappiamo già, non vedremo l’ora che torni alla fine dell’anno!