Usanze e tradizioni natalizie: ecco quelle più strane ed esilaranti, divertentissime

Le più strane tradizioni natalizie vengono celebrate da ogni parte del mondo, quali sono le più esilaranti? Scopriamolo insieme

Gli Italiani fanno l’albero il giorno dell’Immacolata mentre gli stranieri generalmente lo fanno la notte di Natale. Alcuni bevono l’eggnog, altri nascondono i regali, insomma, ognuno ha le proprie tradizioni familiari legate anche ai paesi di origine. Ma alcune usanze in giro per il mondo risultano piuttosto strane, folkloristiche e pure molto divertenti! In Ucraina ad esempio si è soliti nascondere un ragno finto tra l’albero ed il primo che lo trova avrà un anno davvero fortunato!

tradizioni natalizie strane
Nella Repubblica Ceca la tradizione vuole che le donne, alla Vigilia di Natale, lancino una scarpa dando le spalle alla porta d’ingresso di casa. Se la punta sarà rivolta verso di lei, entro l’anno si sposerà

In Italia Babbo Natale arriva direttamente nelle case dei bambini ed in Sicilia è addirittura Santa Lucia la mittente delle letterine dei regali, insomma. Ognuno segue ciò che il proprio luogo d’origine crede. Andiamo alla scoperta delle tradizioni e delle usanze più strane e assurde mai viste prima

LEGGI ANCHE: Lenticchie a Capodanno: le origini della tradizione famosissima, ecco perché

Le più strane tradizioni natalizie nel mondo: divertiti a leggerle con i tuoi bambini!

In diversi parti del mondo, esistono alcune usanze ed alcune tradizioni che possono davvero fare ridere o risultare strane e piuttosto strambe. Vediamone insieme qualcuna per farci una sana risata

Caccia alle streghe in Norvegia: secondo alcune credenze popolari, gli spiriti maligni e quelli delle streghe vagherebbero liberi per la città durante la notte di Natale, motivo per cui ogni cittadino deve nascondere la propria scopa affinché quest’ultime non possano volare. Piuttosto grottesca come tradizione, non trovate?

Demoni in giro per l’Austria: chiamati comunemente Krampus, alcuni uomini si travestono con pellicce e maschere terrificanti il 5 di Dicembre, per andare alla ricerca di tutti quei bambini monelli e cattivi. Considerati per eccellenza gli anti Santa Claus, nella notte di questa data, vagano per le città e le piazze principali, spaventando adulti e piccini.

Il diavolo in Guatemala: la popolazione che abita il Guatemala crede che il diavolo e gli spiriti maligni alberghino nei cumuli di polvere e sporcizia della casa, ragion per cui, a partire dalla settimana prima di Natale iniziano a produrre morbose pulizie invernali accumulando tutto ciò che riescano a pulire in mucchietti fuori casa, per poi bruciarli nella notte di Natale. Beh, non si può di certo dire che il Guatemala sia composto da cittadini sporchi!

Cibi ai morti: in Portogallo è piuttosto diffusa l’usanza di apparecchiare la tavola anche per i defunti, lasciando un coperto per ogni perdita della famiglia. Questo sembra portare parecchia fortuna e sono in tanti a lasciare dei piccoli doni ai morti sul focolare o all’ingresso di casa, come molliche di pane e biscotti.