Periodo fertile: come riconoscere il periodo dell’ovulazione e i ‘giorni produttivi’

Periodo fertile per il concepimento: come calcolare l’ovulazione e sapere qual è il  vostro periodo più produttivo

Quando ci si sente finalmente pronti per avere un bambino, si immagina che il desiderio e una buona dose di passione basti per concepire un figlio. In realtà, è molto più complesso di quanto si creda. Soltanto nel 25% dei casi una donna resta incinta nel primo mese di tentativi. Nel 60% dei casi ci riesce entro 3 mesi, il restante oltre l’anno o anche di più. Spesso si tratta di un fattore legato allo stress, che aumenta ad ogni nuovo test negativo, ed influisce in maniera sfavorevole sulla fertilità. Se vi sentite pronte per la maternità, imparate prima di tutto a riconoscere il vostro ‘periodo fertile’.

LEGGI ANCHE: Benedetta Parodi presenta la mamma sui social: l’avete mai vista?

Concepimento: quali sono i giorni fertili durante il ciclo mestruale

Conoscere il proprio corpo e il funzionamento dell’apparato riproduttivo femminile può sicuramente fornire una maggiore possibilità di rimanere incinta, come anche provare ad evitare di avere una gravidanza ‘indesiderata’. Quando si parla di giorni ‘fertili’, si fa riferimento al periodo in cui la donna è in ovulazione e può quindi avvenire il fatidico incontro tra ovulo e spermatozoo. Generalmente avviene 14 giorni prima delle mestruazioni, e i giorni di maggior fertilità risultano essere quelli immediatamente prima e dopo il giorno in cui l’ovulazione ha inizio. Il periodo di fertilità dura circa una settimana, per cui in quei giorni accendete la passione: potenziate gli incontri sessuali con il vostro partner.

Se il ciclo mestruale non è regolare, avrete più difficoltà a monitorare i giorni fertili. Se è più breve (ad esempio di 21 giorni, anziché 28) l’ovulazione avverrà prima dei 14 giorni che precedono le mestruazioni. Ovviamente se è più lungo (ad esempio 30 giorni, anziché 28) l’ovulazione comincerà più tardi.

Periodo fertile: alcuni consigli per aiutarvi a calcolare l’ovulazione e aumentare le possibilità di rimanere incinta

  • Esistono alcune applicazioni per smartphone create per monitorare, in base al ciclo mestruale, quali sono i vostri giorni fertili.
  • Potrebbe essere utile, sempre previo consulto medico, sottoporsi ad esami pre concezionali o ad analisi per misurare la temperatura basale.
  • Prendete sempre nota dell’ovulazione e del vostro ciclo mestruale, per valutarne la regolarità e sapere con esattezza quali sono i vostri giorni più produttivi.
  • Evitate l’uso di lubrificanti, che potrebbero alterare la reattività dello sperma.
  • Mantenete saldi i nervi. Non abbiate fretta, o finirete per esporvi ad uno stress eccessivo che sarebbe deleterio per il vostro scopo. Divertitevi con il vostro partner, e vedrete che al momento giusto arriverà la gravidanza tanto attesa.