“Io speriamo che me la cavo” lo ricordate? | Cosa fanno oggi i bambini, se la sono cavata veramente?

Io Speriamo che Me La Cavo è un film del 1992 con Paolo Villaggio. Ma a distanza di anni ci si chiede: che fine hanno fatto i bambini del film?

Nel 1992 andò in onda un film con uno straordinario Paolo Villaggio, nei panni del maestro Marco Tullio Sperelli. A distanza di 30 anni, però ci si chiede: che fine hanno fatto i bambini che hanno preso parte al film?

Io Speriamo che Me La Cavo: che fine hanno fatto i bambini della Terza B?
Che fine hanno fatto i piccoli protagonisti del film Io Speriamo che me la cavo? – Mammastyle

Nel 1992 andò per la prima volta in onda un film, Io Speriamo che Me la Cavo, con protagonista Paolo Villaggio e la regia fu affidata a Lina Wertmuller ed è tratto dal libro di Marcello D’Orta. Per questo film, nel 1993 in nomination per I Nastri D’Argento ci fu Isa Danieli, che interpretò il ruolo della direttrice. Ecco la trama: il maestro Marco Tullio Sperelli viene trasferito a causa di un errore burocratico alla scuola Edmondo De Amicis di Corzano – la città e la scuola sono state inventate – diroccato comune del napoletano, anziché a Corsano, nella sua Liguria. Il maestro si imbatte sin da subito nelle problematiche che vedono coinvolti i bambini delle elementari. A distanza di 30 anni però ora ci si pone una domanda: che fine hanno fatto i piccoli protagonisti del film? Scopriamolo insieme.

Io Speriamo che Me La Cavo: che fine hanno fatto i bambini della Terza B?

Dal 5 gennaio 2023 verrà proposto in tutta la nostra Penisola un documentario che risponderà finalmente alla domanda “che fine hanno fatto” i bambini della Terza B. Il titolo scelto è “Noi ce la siamo cavata”. Il protagonista sarà Adriano Papaleo che nel film con Paolo Villaggio ha interpretato Vincenzino. In quegli anni, lo stesso attore divenne molto famoso per aver interpretato anche il ruolo di Spillo, nella miniserie televisiva “Amico Mio”. E poi divenne anche il volto della campagna pubblicitaria del Telefono Azzurro. Anche Ciro Esposito ha continuato a fare questo lavoro, interpretando il luogotenente del boss ‘o Maestrale di Gomorra 4, personaggio misterioso e liberamente ispirato alla vita criminale del cutoliano Pasquale Barra, alias ‘o Animale. Nel film Io Speriamo che Me la Cavo invece prestò il volto a Raffaelle Esposito.

Oltre a Adriano Papaleo e Ciro Esposito, erano presenti altri ragazzini che hanno fatto parte della Terza B, ma che non hanno continuato con la recitazione. Tra di loro c’è anche Mario Bianco, che ha prestato il volto a Nicolino. Dopo aver interpretato un altro ruolo – sempre al fianco di Paolo Villaggio nel film Io No Spik Inglish – ha smesso di recitare, preferendo attività di ristorazione. E poi c’era Luigi L’Astorina che nel film ha interpretato Totò. Ora, invece, fa il DJ.

Ecco quando uscirà al cinema il docu-film.

Per saperne di più e se volete conoscere cosa fanno ora tutti gli altri bambini che hanno preso parte al film con Paolo Villaggio dovrete aspettare il 5 gennaio 2023, quando in tutta Italia sarà presentato un documentario – a partire dal Cinema Vittoria di Napoli – che avrà come protagonisti proprio i bambini della Terza B della scuola Edmondo De Amicis di Corzano.

Io Speriamo che Me La Cavo: che fine hanno fatto i bambini della Terza B?
Il docu – film sarà nelle sale a partire dal 5 gennaio – Mammastyle

Tutti i nostalgici di questo film sicuramente non si faranno scappare un’occasione del genere. E voi che fate, andrete al cinema a vedere come se la sono cavata gli ex bambini del film Io Speriamo Che Me La Cavo?