Scatta l’allerta, un prodotto che piace a tutti: non lo consumate, è pericoloso

Prestate molta attenzione a questo prodotto: è stato richiamato dal mercato per rischio listeria. Ma andiamo a leggere i dettagli in questo articolo.

Cercate di prestare molta attenzione a questo prodotto alimentare: infatti, è stato richiamato dal mercato per rischio listeria. Ma andiamo a vedere meglio di quale prodotto stiamo parlando, leggendo questo articolo.

Ritirato un nuovo prodotto alimentare: prestate molta attenzione
Scatta l’allerta, un prodotto che piace a tutti: non lo consumate, (canva) Mammastyle

Una nuova allerta è stata diramata proprio in questi giorni. Mai come in questo ultimo periodo – ovvero da luglio a settembre – si è verificato un aumento di allerte – appunto – alimentari, che sono causate da listeria e salmonella. Si dovrà prestare una maggiore attenzione a tutto quello che compriamo al supermercato, cercando di scegliere sempre il biologico, ma anche la frutta e verdura di stagione. Quasi sicuramente, in ogni caso, queste allerte non si fermeranno qui, anzi: infatti, molto spesso il Ministero della Salute segnala allerte alimentari per rischio microbiologico. Come vi abbiamo detto prima, anche nei giorni scorsi è stato segnalato un nuovo prodotto. Ma andiamo a vedere di quale si tratta.

Ritirato un nuovo prodotto alimentare: prestate molta attenzione

Il prodotto alimentare in questione è il salame morbido con il marchio Sa.Mo. Srl, prodotto nello stabilimento di località Terricoli, a Matelica, in provincia di Macerata (marchio di identificazione IT 9-1188L CE). Anche se datato al 24 novembre 2022, l’avviso è stato diramato solo nella giornata del 30 novembre. Inoltre, sul file pdf pubblicato sul sito, il ministero della salute spiega che questo lotto è datato il 27/10/2022 e il motivo del richiamo è molto chiaro, ovvero “Rischio per la salute dei consumatori per rilevata presenza di Listeria monocytogenes”. Quindi, questa volta, risulta essere molto chiaro che c’è la certezza che il salame abbia la presenza della Listeria.

Ma cosa dobbiamo fare se abbiamo in casa questo lotto? Come prima cosa non dovete consumarlo, ma dovete riportarlo al punto vendita dove lo avete comprato. Il Tenente Colonnello Dario Praturlon, come ha spiegato a Fanpage.it qualche tempo fa– le principali cause che pongono il rischio di esposizione a Listeria sono come prima cosa “la conservazione errata delle materie prime e nell’utilizzo di prodotti scaduti, ma tutta la catena di produzione può essere ‘a rischio Listeria’”. E poi aggiunge ancora “Alcune volte le materie prime vengono conservate male e per quanto la lavorazione possa essere adeguata, il prodotto è già compromesso. Ci sono poi anche strutture che non lavorano a norma di legge e quindi il rischio nasce in fase di produzione”.

Bisogna prestare molto bene alle indicazioni di consumazione sull’etichetta

Il Tenente Colonnello ha voluto informare tutti quanti quando si sono verificate delle morte sospetti dopo aver mangiato dei wurstel. Dopo un’analisi accurata, infatti, si è scoperto che questo prodotto era a rischio di listeria. Ci tiene ancora una volta a precisare il Tenente Colonnello che prima di mangiare qualsiasi prodotto bisogna leggere le etichette “prodotti sono venduti con indicazioni di consumazione precise. I wurstel, per esempio, devono essere consumati previa cottura, ma c’è sempre qualcuno che li mangia crudi. Lo abbiamo fatto tutti almeno una volta e in genere non accade nulla, ma ci si espone comunque a un rischio”.

Ritirato un nuovo prodotto alimentare: prestate molta attenzione
Ecco il Modello di Richiamo diramato dal Ministero della Salute (Fonti Web) Mammastyle

Se avete a casa il salame morbido con il marchio Sa.Mo. Srl, che è stato prodotto nello stabilimento di località Terricoli, a Matelica, in provincia di Macerata (marchio di identificazione IT 9-1188L CE), allora non consumatelo ma riportatelo al punto vendita dove lo avete comprato.