Oggetti transizionali: quali, cosa sono e perché il tuo bambino li ama…cosa c’è da sapere

Sai cosa sono gli oggetti transizionali? Scoprili subito e capirai perché il tuo bambino li ama così tanto: non potrà farne a meno. 

Durante i loro primi mesi di vita e man mano nella crescita, saranno tante le tappe importanti che ogni bambino arriverà ad affrontare. Dal primo vagito, fino ai primi passi saranno tutti grandi passi, sempre con al fianco mamma e papà.

oggetti transizionali
Oggetti transizionali cosa sono e perché il tuo bambino li ama. Credit: Adobe-Stock

Così piccolo e indifeso, soprattutto nei primi mesi di vita dipenderà interamente dai propri genitori, ecco perché sempre più spesso, per infondergli sicurezza e per fargli sentire sempre la nostra presenza, entreranno in gioco gli oggetti transizionali. Ma cosa sono esattamente e a cosa servono, ma soprattutto, perché i bambini li amano così tanto? Tra poco scopriremo insieme tutto quello che c’è da sapere e siamo sicuri che resterete davvero senza parole.

Oggetti transizionali: ecco cosa sono e perché sono così importanti

In un famoso cartone di nome Charlie Brown, c’è un personaggio in particolare che rappresenta a pieno il pensiero degli oggetti transizionali. Stiamo parlando di Linus e della sua inseparabile copertina, che portava sempre con se e che gli infondeva coraggio e sicurezza.

oggetti transizionali
Ecco a cosa servono gli oggetti transizionali. Credit: Adobe-Stock

Sarà proprio nei momento in cui il bambino avrà bisogno di maggiore protezione e di sicurezza, che senza rendersene conto sceglierà automaticamente un oggetto di transizione da portare sempre con se.

La scelta potrà ricadere in un pupazzo, in un giochino, in una piccola copertina o ancora in un ciuccio. Oggetti che per noi sembreranno uguali agli altri, ma che per lui saranno al centro del suo mondo. Gli infonderà sicurezza, coraggio e non lo farà sentire mai solo, ecco perché non bisogna stupirsi se diverranno davvero inseparabili.

Una cosa molto importante da sapere, è che non bisogna mai privarne il bambino da un momento all’altro, per lui potrà essere un trauma in tutti i sensi, ecco perché dovrà essere lui stesso a decidere che è arrivato ormai il momento di separarsi da lui. Supportatelo in questa scelta per lui difficilissima e vedrete che tutto andrà nel verso giusto.