Schiacciarlo o tagliarlo? Cosa fare con l’aglio: così non sbaglierai più

Qual è il modo migliore per usare l’aglio in cucina: tagliarlo o schiacciarlo? Ho qui per te la soluzione a questo dilemma!

L’aglio è un ingrediente molto utilizzato in cucina. È indispensabile per dare ai sughi e ai piatti un sapore in più. Inoltre, è ricco di proprietà benefiche eccezionali. Pensa che è addirittura un antibatterico ed un antibiotico completamente naturale, è in grado di ridurre infiammazioni, abbassa la pressione e rafforza le difese immunitarie.

agio schiacciarlo tritarlo
Devi schiacciarlo o tagliarlo? Ho qui la risposta al dilemma – Credits: Adobe Stock

Insomma, l’aglio è un vero toccasana e in dispensa non dovrebbe mai mancare. A proposito di dispensa, qualche giorno fa ti abbiamo proposto un articolo su cosa devi assolutamente mettere nel carrello della spesa durante il mese di marzo. Se ti sei persa il nostro articolo, puoi dargli un’occhiata più tardi cliccando su questo link. Oggi invece, voglio parlarti di un trucchetto che tutti gli chef usano in cucina. Infatti, in base a come utilizzi l’aglio i tuoi piatti assumono un sapore completamente diverso. Sono sicura che questi trucchetti geniali ti torneranno molto utili. Scopriamo subito di che cosa si tratta.

Aglio: schiacciarlo o tagliarlo? Ecco a te la soluzione a questo mistero!

Non tutti sanno che, quando prepari alcune ricette, devi schiacciare l’aglio mentre per altre devi tritarlo.

aglio uso in cucina
Usa questo trucchetto e non potrai sbagliare – Credits: Adobe Stock

Il gesto di schiacciare l’aglio serve per dargli modo di liberare i suoi oli mentre è in cottura. Quindi devi prima schiacciarlo, poi rimuovere o meno la buccia e usarlo in questo modo:

  • Tagliato a metà: devi tagliarlo a metà ed eliminare “anima” interna perché è molto difficile da digerire. Poi devi tagliarlo a fettine o tritarlo in base ai tuoi gusti ed infine soffriggerlo.
  • In camicia: questa tecnica prevede l’uso dell’aglio ancora con la buccia. Taglialo a metà senza sbucciarlo e versalo in un pentolino insieme ad abbondante olio. Porta la temperatura a 70°C e spegni la fiamma. Lascia raffreddare e filtra l’olio con un colino. Ed ecco che hai preparato un olio aromatizzato all’aglio perfetto per insaporire tutti i tuoi piatti, dall’antipasti ai contorni.
  • Frullato: infine, puoi anche usare la crema di aglio per insaporire sughi e molte altre ricette. Tieni conto che preparato in questo modo rilascia un sapore molto intenso infatti è perfetto per preparare salse di accompagnamento per snack, antipasti, contorni e secondi piatti. Per frullarlo, non devi far altro che cuocerlo (senza sbucciarlo) nel forno per 40 minuti a 200°C avvolto da un foglio di carta stagnola. Lascia che si raffreddi e poi spremilo per far uscire i succhi. In alternativa e per avere un sapore più delicato, cuoci l’aglio sbucciato in un pentolino insieme ad un po’ di latte. Fai arrivare ad ebollizione poi spegni il fuoco e lascia raffreddare. Frulla nel mixer per ottenere una deliziosa crema. Se vuoi puoi aggiungere anche della panna per rendere il tutto ancora più cremoso.