Per conservare il peperoncino ti basterà fare così, in poche mosse manterrai il suo sapore alla perfezione

Adori i sapori ‘piccanti’, allora prova a conservare in questo modo il peperoncino e potrai gustarlo tutto l’anno: un sapore unico. 

conservare peperoncino
Prova così a conservare il peperoncino e sarà divino. Foto di Jill Wellington da Pixabay

Il peperoncino, viene spesso usato in cucina, per dare quel tocco in più a molti piatti. Soprattutto chi è amante dei sapori forti e piccanti, di certo del peperoncino in casa non potrà mai mancare. Inoltre la facilità con cui si può coltivare in casa, lo rende ancora più appetibile. A differenza di quelli che si comprano nel barattolino al supermercato che sono già essiccati, quelli che si coltivano in casa sono freschi, quindi per evitare che marciscano in fretta, dovranno essere consumati in un lasso di tempo non molto lungo. Purtroppo però, se la vostra piantina ha tanti peperoncini, sarà impossibile consumarli tutti insieme. Quindi come fare per farli durare di più? La risposta è davvero semplice.

LEGGI ANCHE: Lo usi tutti i giorni, ma conosci realmente tutte le regole per conservare al meglio i cibi? Sono certa che anche tu commetti questi errori!

Vuoi conservare il peperoncino? Allora ti basterà fare semplicemente così

Se in casa amate coltivare le piantine aromatiche e tra queste avete anche una coloratissima piantina di peperoncino, allora siete nel posto giusto. Infatti tra poco, vi mostreremo come poterli conservare in maniera rapida, in questo modo riuscirete a mantenere inalterato il loro sapore e non andranno buttati. Uno dei primi metodi che potete provare è quello del congelamento. Non dovrete fare altro che prendere i peperoncini, lavarli e privarli dei loro semi. Una volta che li avrete ben asciugati, riponeteli in un sacchetto per alimenti e poi subito in congelatore. In questo modo dureranno tantissimo e quando dovrete usarli vi basterà prenderli direttamente dal sacchetto e metterli nel sugo.

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE PER ALTRI TRUCCHI E CONSIGLI

Un secondo metodo invece, è quello dell’essiccamento. Anche in questo caso, dopo averli ben lavati e asciugati, dovrete metterli sulla placca del forno. Ora non dovrete fare altro che infornarli alla temperatura più bassa per circa 2 ore. Questo procedimento, anche se piuttosto lungo, darà un risultato davvero incredibile. Una volta che saranno ben seccati, poneteli in un contenitore con chiusura ermetica e saranno pronti per essere usati ogni qualvolta volete. Il loro sapore sarà proprio come quelli appena raccolti.