I tuoi bimbi non mangiano i carciofi? Provali così, vedrai quanto sapore in tavola

Se i tuoi bimbi non mangiano i carciofi, dovresti provare a prepararli in questo modo. Non riusciranno a resistere al loro autentico sapore goloso!

Tanto apprezzati dagli adulti, quanto temuti e rifiutati dai bambini. Purtroppo i carciofi subiscono di volta in volta un trattamento poco delicato da parte dei nostri piccoli. Eppure, questi incredibili e gustosi fiori sono ricchi di tantissime proprietà, a partire dal ferro, da potassio e dal magnesio fino ad arrivare a veri e propri benefici sull’attività digestive dello stomaco. Come ben sappiamo e come abbiamo già detto tante volte, basta un po’ di ingegno e fantasia con i bambini e con le ricette giuste, siamo proprio sicuri che anche il piatto più odiato sarà invece uno dei più richiesti. Ed è il caso della ricetta di oggi, per l’appunto con i carciofi. Pochissimi ingredienti per un pranzetto goloso che farà venire l’acquolina in bocca proprio a tutta la famiglia! Per prepararli avremo bisogno di:

bambini non mangiano carciofi
Provate a servire i carciofi con una salsa di yogurt, erbe aromatiche e limone, vedrete che sapore!
  • 5 carciofi mammole;
  • Sale e pepe q.b.
  • Olio per friggere;

LEGGI ANCHE: Non gettate le foglie dei carciofi: il toccasana che non avresti mai immaginato

Se i tuoi bimbi non mangiano i carciofi, prova questa ricetta: rimarrai sorpreso dal loro gusto super sfizioso!

Questa ricetta dei carciofi, semplicissima e facile da realizzare, è in realtà un piatto della tradizione gastronomica romana, ovvero i famosissimi carciofi alla giudia. Si tratta proprio dei fiori che verranno fritti in olio di semi e che diventeranno super croccanti, speciali e gustosi, proprio come delle chips di patate! Per la versione della ricetta consigliamo la tipologia delle mammole, in quanto possiedono foglie più larghe e sottili che permetteranno di acquisire quella croccantezza tipica del piatto.

SEGUICI SU FACEBOOK PER ALTRE CURIOSITA’ 

Iniziamo la preparazione eliminando il gambo più lungo lasciandone solo 2 cm. Proteggiamo le mani con un guanto in lattice per evitare che le mammole macchino la pelle delle dita. Tiriamo verso il basso e con un colpo secco le foglie esterne più scure in quanto più coriacee. Quando le foglie interne saranno verdi e chiare, allora potremo procedere. Con un coltellino affilato eliminiamo l’attaccatura rimasta delle foglie, stando attenti a non tagliare troppo in profondità. Capovolgiamo i carciofi a testa in giù ed iniziamo a sbatterli contro un tagliere in modo delicato per evitare che le foglie si rompano. In un pentolino dai bordi alti facciamo riscaldare dell’olio di semi che dovrà essere quanto basta per friggere ad immersione il carciofo. Quando avrà raggiunto una temperatura di 170° tuffiamo le mammole, pressandole leggermente con una pinza. Cuociamo per circa 7 minuti e poi scoliamo su carta assorbente. Saliamo, pepiamo e serviamo ancora caldi gustandoli al naturale oppure accompagnandoli con salsine sfiziose. Vedrete come i vostri bambini ne andranno matti!