Marco Giallini, retroscena straziante sulla madre: “Mi metteva paura, non era lei…”

Marco Giallini svela un retroscena davvero straziante sulla madre: “Mi metteva paura, non era lei…”, parole cariche di dolore per l’attore

Marco Giallini, madre
Marco Giallini, retroscena straziante sulla madre

Ospite della nuova puntata di Mara Venier di oggi, insieme a Giorgio Panariello, Marco Giallini è sicuramente tra gli attori più apprezzati dell’ultimo decennio italiano. Camaleontico, un po’ burbero e dall’aria decisamente molto enigmatica e affascinante. Marco riesce a intraprendere benissimo sia percorsi cinematografici più leggeri e comici, che quelli molto più impegnativi e profondi. Da ricordare ad esempio la sua incredibile performance in ‘Perfetti Sconosciuti‘, ancora oggi osannato e adorato dalla critica e da pubblico italiano. Un vero film rivelazione, attualissimo e davvero molto personale. Qualcuno oserebbe dire, un vero capolavoro. Giallini e Panariello saranno ospiti della Venier per presentare il loro nuovo show ‘Lui è peggio di me‘, prossimamente in onda sule reti Rai.

LEGGI ANCHE: Giorgio Panariello, il rapporto con sua madre: il ‘drammatico’ retroscena svelato dall’attore comico!

Marco Giallini, retroscena straziante sulla madre: “Mi metteva paura, non era lei…”

Ma tra uno scherzo e una battura, l’attore recentemente ha rilasciato diverse interviste molto importanti, una anche a Vanity Fair, in cui si è parlato moltissimo del suo rapporto con i genitori. Una bellissima intervista, molto profonda in cui ciò che è risaltato particolarmente è stato il bene che c’era tra l’uomo e la madre. Una donna che ha giocato certamente un ruolo importante nella vita dell’attore. Purtroppo la donna ad un certo punto della sua vita si è ammalata di Alzheimer, perdendo tutta la lucidità di cui aveva disposto nel corso della vita. Motivo per cui Giallini ha sofferto moltissimo.

Purtroppo mamma non c’è più. Aveva l’Alzheimer. All’inizio dimenticava le cose, poi iniziò a non riconoscere i miei figli. Mi metteva paura, si perdeva in un attimo, chiedeva: “Come sta la bambina?”. E parlava di mio figlio Diego. Sa cosa mi commuove? Ripensarci mentre la guardo negli occhi e le dico: “Mamma, è Diego e ha 17 anni”. Lei sorride e le sussurro: “Mamma, ma hai capito chi sò?”