Quando muore un amico a 4 zampe: come evitare il trauma della morte ai bambini

Quando muore un amico a 4 zampe: il tempo necessario per comprendere ed elaborare il lutto 

Quando muore un animale domestico lascia un vuoto enorme in casa. Gli amici a quattro zampe sono membri della famiglia: riempiono le giornate di allegria, di passeggiate all’aperto e di coccole. Quando un bambino ha la fortuna di crescere con un cane o un gatto, impara sin da subito la condivisione dei momenti di gioco e degli spazi domestici. Sarà un adulto in grado di rispettare gli animali e conoscerà l’amore incondizionato che solo un amico peloso è in grado di donare. Ma quando un cane o un gatto se ne va, non è semplice spiegarlo ad un bambino senza provocargli il trauma della morte. Bisogna avere tatto e sensibilità ed essere sinceri, anche quando sono molto piccoli.

LEGGI ANCHE: Pasta dell’Immacolata: la ricetta facile e golosa con soli 3 ingredienti

Quando muore un amico a 4 zampe: la prima vera esperienza di un grande dolore

Per molti bambini la morte di un animale domestico rappresenta la prima vera esperienza di un grande dolore. Nonostante sia anche per voi una perdita angosciante, dovrete trovare il modo di aiutarlo ad elaborare il lutto.

  1. Preparatelo in anticipo. Il tema della morte è sconosciuto ai bambini: loro vivono solo nel presente, non immaginano che esista una fine definitiva. Abituate vostro figlio all’idea che presto o tardi il suo amico peloso dovrà andarsene. Spiegategli che questa è una condizione naturale.
  2. Siate diretti ed onesti: non sostituite la parola ‘morte’ con altre espressioni che non implicano un allontanamento definitivo. Dirgli che è andato in un altro posto, che per il momento non sarà più con voi, creerebbe in lui delle aspettative future. Non raccontargli la verità farebbe sorgere dubbi e speranze vane che non lo aiuterebbero ad elaborare questa perdita.
  3. Rispondete alle sue domande, anche se sono scomode. Non conosce l’argomento, e se vi chiede delle spiegazioni in merito alla morte è importante che colmiate le sue lacune. E’ il suo modo per abituarsi alla mancanza.
  4. Rispettate il suo stato d’animo e concedetegli in tempo necessario per abituarsi alla perdita. Molti adulti conoscono già questo dolore immenso, per cui si rassegnano velocemente. Per un bambino invece non è facile. Fategli capire che piangere ed essere tristi è normale, stategli accanto e confortatelo. Condividete la vostra sofferenza: per lui è importante sapere che state attraversando insieme questo momento difficile.