Regalare un cagnolino a Natale: come scegliere al meglio il cucciolo per i propri bambini

Regalare un cagnolino a Natale ai propri bambini potrebbe sembrare un bel gesto, ma bisogna considerare alcune cose importanti, vediamo quali

Se stiamo pensando di regalare per Natale un cucciolo di cane o a prescindere, un cagnolino ai nostri figli, possiamo sicuramente considerarlo un bel gesto. Bisogna però considerare tutta una serie di fattori, sia dal punto di vista economico, sia dal punto di vista etico.

regalare cagnolino natale
Adottare un cane a Natale non è solo un bel gesto. Bisogna rendersi conto di tante altre cose che potrebbero non fare al caso nostro

Tutti sanno che adottare un cane rappresenta una grandissima responsabilità e se state riflettendo a cuor leggero, fermatevi un attimo e leggete questa guida. Potreste rivalutare l’idea. Scopriamo perché

LEGGI ANCHE: Pet therapy: quando il modo per affrontare i problemi è possibile grazie agli animali

Adottare un cagnolino a Natale: 3 buoni motivi sia per farlo che non farlo. Ponderate la scelta

Proprio perché il Natale è una festa gioiosa che alleggerisce i cuori e gli animi, si potrebbe considerare in maniera errata l’adozione di un cagnolino o di un cucciolo di cane. Bisogna innanzitutto rendersi conto che stiamo assumendo la piena e totale responsabilità di un essere vivente, con dei bisogni, delle necessità e delle attenzioni da dedicare. Vediamo allora i buoni motivi per adottarne uno e quando invece non bisogna farlo, soprattutto nel periodo di Natale

regalare cagnolino natale
Se la nostra intenzione è quella di adottare un cane nel periodo natalizio, proviamo a “sceglierne” uno già adulto.
  1. Impegno serio: adottare un cane è una cosa molto seria. Se stiamo vagliando l’ipotesi di regalarne uno ai nostri figli, è sempre buona idea non farlo qualche giorno prima della festa, piuttosto già in questi primi giorni di Dicembre. Bisogna abituare il piccolo e di conseguenza abituarci noi. La nostra vita sarà totalmente sconvolta, soprattutto se decidiamo di adottarne uno ancora cucciolo. Prima di fare scelte azzardate, rendiamoci conto se i nostri figli siano realmente disposti ad assumersi il compito delle passeggiate diurne e notturne, se noi genitori siamo realmente in grado di concedergli educazione, amore ed attenzione. Se vi state già rispondendo di no, non adottatelo.
  2. Rinunciare a qualcosa: adottare un cucciolo poco più grande di 60 giorni, vi porterà sicuramente a dover rinunciare i primi tempi a tutte una serie di cose. Se decidiamo di adottarne uno nel periodo di Natale, bisogna entrare nell’ottica che non ci saranno inviti in casa di amici, vigilie o pranzi in cui il cane rimanga solo. Adottare una vita ancora così piccola prevede grosse responsabilità, soprattutto perché nella fase in cui il cane è piccolo, tenderà ad imparare molto velocemente, così come eventuali traumi subiti saranno suoi compagni per il resto dei suoi giorni. Se siete convinti di adottarne uno, sappiate che dovrete rinunciare a molto, almeno i primi mesi, così come al Natale.
  3. Si ai canili: se avete ponderato a dovere l’idea di prendere un cane o un cucciolo, adottate sempre nei canili. Comprare un cane nel periodo natalizio in cui si spende già parecchio, non sarebbe di certo l’ideale ed oltretutto sono tanti gli allevamenti che importano ed esportano animali illegalmente. I canili sono pieni di piccoli amici a quattro zampe che aspettano una famiglia. Diamo loro la possibilità di avere un po’ di fortuna. Non è la razza a rendere un cane docile o addomesticato, ma il legame che creiamo, l’amore che gli concediamo ed il tempo dedicatogli. Se faremo questo, il Natale sarà sicuramente più magico!