Menarca: come affrontare le prime vere mestruazioni delle figlie

Menarca: un’utile e pratica guida su come affrontare le prime mestruazioni delle figlie e come gestire eventuali stati emotivi

Ogni donna di oggi è stata la ragazzina di un tempo alle prese con il menarca, ovvero il primo vero ciclo mestruale. In comparsa tra i 10 ed i 13 anni in genere, scaturisce nelle nostre figlie reazioni emotive diverse ed una buona conversazione sull’argomento capace di stimolare interesse e curiosità potrebbe essere fondamentale affinché possa comprendere al meglio cosa succederà da li a poco al suo corpo. E’ una grande emozione osservare le proprie bambine diventare sempre più donne, ma a volte i genitori e soprattutto le mamme, non sanno come affrontare l’argomento, arrivando poi all’atto impreparate. Vediamo allora insieme come dovrebbero fare i genitori per spiegare alle proprie figlie cosa sta succedendo e quali saranno i cambiamenti

LEGGI ANCHE: Conflitto tra fratelli: come gestire le liti e le differenze generazionali

Menarca: affrontare le prime mestruazioni delle figlie iniziando già prima che succeda

menarca prime mestruazioni
Impostiamo il discorso in modo divertente, rassicuriamo nostra figlia e raccontiamole com’è stato il nostro primo ciclo. Si allenteranno eventuali tensioni ed imbarazzi!

Una buona comunicazione con i figli è la base che porta i ragazzi a fidarsi dei genitori e ad aprirsi senza il timore di essere giudicati o trattati in maniera diversa rispetto al solito. Soprattutto nel legame madre – figlia, la pubertà potrebbe drasticamente rovesciare le funzioni del rapporto, la nostra bambina non sarà più tale, il corpo inizierà a produrre ormoni diversi, inizieranno a comparire i primi peli pubici ed il bottone mammario, si guarderà allo specchio e si troverà ogni giorno diversa, più adulta, più cresciuta.

E’ fondamentale iniziare a spiegare alle proprie figlie il funzionamento dell’organo genitale femminile nelle sue parti esterne come la vulva, così come quelle interne come utero, tube ed ovaie. Parlare con loro quando hanno raggiunto già un età compresa tra i 9 ed i 10 sarebbe l’ideale, in questa fascia le ragazzine sono curiose, vogliono conoscere le cose che le circondano e si focalizzano parecchio sulla mamma, sul suo modo di fare, di essere donna ed educatrice. Informiamoci su internet o sui libri, spieghiamo a nostra figlia tramite immagini cosa succede durante l’atto sessuale, il ruolo degli spermatozoi, degli ovuli e sul perché il corpo ogni mese produca un flusso di sangue.

Ascoltiamo ciò che ci diranno, accompagniamole durante tutto il percorso e legittimiamo qualsiasi loro reazione, sia essa positiva, negativa o addirittura tragica. Non coinvolgiamo tutti i membri della famiglia e non spettacolizziamo l’evento, piuttosto riduciamolo ad un momento solo tra noi e la nostra ragazza. Invitiamola a segnare i primi mesi le date del ciclo, rispettiamo i loro silenzi ed i momenti in cui vorranno affrontare le cose in maniera autonoma. In questo modo, sarà facile gestire questo particolare momento ed avremo una figlia che presto o tardi, diventerà una splendida donna, pronta ad affrontare ciò che l’aspetterà di li a poco!