Correttore nelle pieghe degli occhi: attenzione, ecco cosa fare e cosa evitare | Consigli preziosi

È uno degli errori di makeup più comuni: ti svelo cosa fare quando il correttore finisce nelle pieghe degli occhi

Il correttore è di sicuro uno dei prodotti makeup più utilizzati al mondo. Ideale per correggere eventuali discromie della pelle, per realizzare il fatidico contouring, ovvero il trucco che riesce a creare grazie a tonalità di correttore differenti delle ombre naturali sul viso creando un effetto ‘sculpt’ in poche mosse. Ma è soprattutto l’alleato numero uno in grado di coprire borse ed occhiaie.

Attenzione correttore occhi
Correttore nelle pieghe degli occhi: cosa devi assolutamente sapere (mammastyle.it)

Ma per ottenere tali risultati è necessario saper applicare il correttore nel modo giusto. Succede molto spesso infatti che nell’applicazione del prodotto sotto la zona dell’occhio si rischia di farlo finire nelle pieghette creando così un effetto decisamente antiestetico. Come possiamo evitare tutto ciò? Ti svelo cosa fare quando il correttore finisce proprio lì e cosa devi assolutamente evitare: solo così il tuo make up sarà perfetto!

Correttore nelle pieghe degli occhi: il tremendo errore da evitare

Di norma, utilizzato per contrastare la presenza di piccoli segni d’espressione oltre che per uniformare il colorito sotto gli occhi dovuto alla presenza di borse ed occhiaie, il correttore è il prodotto make up indispensabile in ogni beauty. Tuttavia, saperlo applicare è la regola fondamentale per ottenere il risultato sperato altrimenti ciò che otteniamo è un aspetto più stanco ed un viso più spento. Uno degli errori più comuni è il correttore che finisce nelle pieghe degli occhi. Questo effetto antiestetico è un errore assolutamente da evitare, ma come?

correttore nelle pieghe degli occhi
Correttore nelle pieghe degli occhi: come evitarlo (mammastyle.it)
  • Applicare un contorno occhi leggero ed idratante: se andiamo ad utilizzare un contorno occhi che si stende con difficoltà, sicuramente questo comporterà che la stesura del correttore poi non sarà omogenea. In questi casi è bene utilizzare un contorno occhi leggero, anche quelli a base acquosa sono ideali perché idratano e distendono lo sguardo
  • Attenzione alle quantità: non serve applicare quintali di prodotto tutti in una volta. Il segreto è applicarne un po’ alla volta facendo in modo che a poco a poco il prodotto sia assorbito dalla pelle e si uniformi alla perfezione
  • Scaldare il prodotto: applicare il correttore con i polpastrelli degli anulari è uno dei vecchi rimedi di bellezza ancora oggi molto diffusi. Questo perché il calore delle mani permette al prodotto di scaldarsi facilmente e quindi in questo caso sarà più semplice da stendere
  • Mai strofinare: no, l’applicazione del correttore non prevede che questo sia strofinato sulla pelle. Ma che sia applicato con delle leggere pressioni che servono per l’appunto a fare in modo che il correttore ci doni un effetto seconda pelle
  • Fissare il prodotto: la cipria è nostra alleata, dovete sempre ricordarlo! Un prodotto make up che nasce per fissare il trucco per fare in modo che questo non svanisca e non sbiadisca. Ci basterà applicarne una piccolissima quantità sotto gli occhi dopo l’applicazione del correttore. Dopodiché bisognerà attendere qualche minuto e con un pennello dalle setole morbide andremo a rimuovere delicatamente l’eccesso di prodotto

Et voilà, con questi piccoli ma fondamentali consigli applicare il correttore sarà un vero e proprio gioco da ragazzi!