Stress e nervosismo in gravidanza: il metodo efficace per combatterli

Stress e nervosismo in gravidanza: vi sveliamo il metodo efficace per poterli combattere e come ridurre ansia e preoccupazioni

Ogni donna incinta sa che presto o tardi, sarà colpita da un profondo cambiamento. La sua vita sarà totalmente sconvolta dall’arrivo di una creatura che dipenderà totalmente da lei, avrà bisogno di cure, delicatezza, coccole, profonda attenzione e per di più dovrà fare i conti con i cambiamenti del proprio corpo, che non saranno di certo pochi. Tutto questo potrebbe contribuire a far entrare le future mamme nel circolo dell’ansia, dello stress e del nervosismo. Tutto questo può generare problematiche al feto e gli studi confermano che potrebbe nascere sottopeso e addirittura prematuro. Soprattutto nell’ultimo trimestre bisogna iniziare a prepararsi al meglio ed una mamma nervosa, preoccupata, ansiosa e stressata non riuscirebbe a gestire la situazione. Vediamo allora insieme qualche metodo efficace per combattere tutto questo cercando l’equilibrio giusto

LEGGI ANCHE: Insonnia in gravidanza: come gestirla e curarla con prodotti biologici

Stress e nervosismo in gravidanza: combatti l’ansia con alcuni trucchetti giornalieri

stress nervosismo gravidanza
Provate a tenere un diario della gravidanza: annotate ciò che vi preoccupa e ciò che vi rende felici, focalizzandovi su micro obiettivi. Sarà un modo per affrontare meglio le paure pre parto!

E’ normale essere preoccupate durante le ultime fasi della gravidanza, ogni donna si chiedere se sarà o meno una buona madre, se sarà in grado di crescere bene il proprio figlio e questo potrebbe generare ansia e stress. Non siate troppo dure con voi stesse ed entrare in confidenza con l’idea di non essere sole. Scopriamo qualche trucchetto efficace

  1. Parlate: parlare con uno specialista può essere una buonissima soluzione per non portare dentro tutte le preoccupazioni che in questo momento vi stanno logorando. Sfogatevi, una volta a settimana concedetevi una chiacchierata con uno psicologo ritagliandovi quello spazio solo ed esclusivamente per voi stesse. Fare terapia fa bene, stimola il cervello e ci permette di trovare soluzioni efficaci per il nostro benessere. Non abbiate paura di ammettere a voi stesse di aver bisogno di aiuto!
  2. Attività fisica: muoversi è fondamentale per non cadere nel baratro dell’ansia e del nervosismo. Fare lunghe passeggiate permette di eliminare le tossine in eccesso, mette di buon umore e permette di riflettere su voi stesse e su ciò che andrete ad affrontare. Arriverete al parto in forma, toniche e soprattutto capaci di saper gestire le situazioni!
  3. Il gioco dell’assurdo: provate ad immaginare la situazione più tragica e brutta che possa succedere una volta nato il piccolo. Vi cadrà dalle braccia! Non riuscirete a capire di cosa ha bisogno! Sarete delle madri orribili! Lo darete in adozione! Ecco. Adesso pensate a ciò che realmente accadrà. Lo metterete al mondo, ve lo appoggeranno sul seno, sentirete le sue manine tra le vostre ed il respiro lieve e sottile ed in quel momento capirete di essere pronte a diventare madri. Non è più cosi tragico come avevamo immaginato, no? Giocare un po’ con le proprie emozioni non vi nuocerà!
  4. Meditate: non c’è il bisogno di fare corsi di yoga professionali o super webinar online. Basta trovare il vostro modo personale per meditare e può essere anche semplicemente quello di incrociare le gambe, appoggiare le mani sul pancione e respirare profondamente con un sottofondo di musica rilassante. Meditare apre la mente, ci permette di affrontare con coscienza ed obbiettività le cose che viviamo e che ci circondano. Siate grate di questo immenso dono, ringraziate la vita e proclamatevi esseri forti, capaci di affrontare giorno per giorno quello che arriverà. A piccoli passi si arriva lontano!