Zaino in spalla: come evitare che danneggi la schiena

zainoA una manciata di giorni dall’inizio della scuola, tutto deve essere più che pronto: quaderni, astuccio, diario e soprattutto zaino. Ma come possiamo evitare che l’eccessivo peso influisca sulla schiena dei piccoli studenti? Bastano pochi accorgimenti e questo è il momento giusto per metterli in pratica.

Zainetti, sempre più pesanti

Quanto pesa uno zaino scolastico? Tanto e non solo alle scuole superiori, dove tra l’altro i ragazzi sono ormai abbastanza autonomi da decidere con un po’ di senno cosa portare a scuola e cosa no e riescono a non sovraccaricarsi se non in occasione di compiti in classe che richiedono materiali specifici. Anche alle scuole medie ed elementari, infatti, il volume di libri, quaderni e accessori per la scuola è aumentato notevolmente e la colpa è un po’ di tutti. Da un lato le case editrici hanno suddiviso i volumi in fascicoli il cui peso complessivo supera quello dell’originale; l’idea di base era invero proprio quella di alleggerire gli zainetti, ma non in tutte le realtà scolastiche funziona. Dall’altro lato siamo un po’ responsabili anche noi che, per accontentare i bambini, spesso li riforniamo di una miriade di accessori assolutamente inutili: doppi astucci con i pennarelli di ogni colore o penne glitterate, quaderni di scorta a profusione e così via.

Zaino a rotelle: davvero utile?

Per molti la soluzione è rappresentata dagli zainetti dotati di struttura trolley. Certo possono essere utili se il bambino deve percorrere un lungo tratto di strada a piedi per raggiungere la scuola, ma in generale non rappresentano la scelta ideale. Innanzitutto la struttura aggiunta allo zaino ne aumenta inevitabilmente il peso anche a zero carico; in secondo luogo, non possiamo dimenticare che una volta entrati a scuola i bambini dovranno comunque caricarsi la borsa sulle spalle e salire magari qualche rampa di scala. Considerando la pessima abitudine di indossare lo zaino su una sola spalla, è alto il rischio di sottoporre a eccessivo stress un lato del corpo.

Cosa fare

Va da sé che la prima regola è quella di scegliere lo zaino più adatto: comodo, spazioso, bello da vedere, ma soprattutto con una struttura leggera, maneggevole ed ergonomica. Le spalline devono essere larghe per distribuire il peso, imbottite, assolutamente regolabili ed è meglio se è presente un rinforzo con cintura da allacciare in vita.
Riempire lo zaino per il giorno dopo è un compito importante: affidatelo al bambino solo se è davvero autonomo; in caso contrario, per aiutare la sua autostima rischiate di danneggiare la sua schiena ed è meglio supervisionare l’operazione. Nello zaino va messo solo ciò che serve: un occhio al calendario delle lezioni ed uno al buon senso; controllate anche che siano rispettate le indicazioni degli insegnati: spesso alcuni fascicoli o quaderni possono o devono essere lasciati in classe, ma i bambini scelgono di portarli a casa comunque. Infine, cercate di distribuire con coerenza il peso all’interno della borsa: i libri più pesanti dovrebbero essere posizionati in fondo, o comunque non oltre la metà dello zaino (partendo dallo schienale).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto