Come vestire i propri figli senza spendere troppo

modaPer vestire bene i nostri bambini non si deve necessariamente spendere delle cifre esorbitanti. Qualche consiglio ci aiuterà a capire come fare soprattutto in questo momento di crisi.

Per prima cosa bisogna trovare un giusto compromesso tra quello che va di moda e la realtà quotidiana che vivono i nostri bimbi. Inutile pensare di far indossare vestitini bianchi a fiorellini color pastello o pantaloncini delicati e con mille fronzoli per andare al parco. Infatti i nostri piccoli amano saltare, giocare nell’erba, rotolarsi per terra e tutto questo non va d’accordo con i modellini di vestiti che vediamo nelle vetrine o su riviste specializzate.

Inoltre capirete ben presto che i nostri figli hanno giustamente dei gusti personali proprio come li abbiamo noi e non necessariamente coincidono con quello che piace a noi. Quindi un bambino può essere attratto da magliette che riportano personaggi dei cartoni animati mentre a noi mamme piacerebbero dei vestiti più originali. Ci sono bambine che non amano il rosa o le gonnelline e preferiscono vestirsi da “maschiaccio”.

I bambini restano sempre bambini

Quando si acquistano degli abiti per bambini bisogna prestare molta attenzione alla loro capacità di resistere ai numerosi lavaggi cui saranno sottoposti e quindi, un abitino pagato poco varrà probabilmente anche poco. Non sempre se si spende una piccola cifra si guadagna perché i nostri figli mettono a dura prova i vestiti e magari si bucano o rompono facilmente.

I bambini sono soliti far delle cose che gli adulti non fanno più e cioè: si siedono ovunque capita; gattonano; giocano nell’erba… Comprare dei vestiti di qualità in minor quantità alla fine vi farà risparmiare perché resisteranno più a lungo senza deformarsi o scolorirsi o bucarsi.

Gusti e colori

Verso la fine delle elementari i figli iniziano ad avere dei gusti personali che difficilmente potremo cambiare o imporre. Spesso i ragazzini seguono i gusti del gruppo che frequentano. Inutile scontrarsi con loro. Quello che invece è importante è stabilire delle regole su cosa è permesso portare a scuola, durante i fine settimana o in alcune particolari situazioni.

Vestiti semplici come i classici jeans e magliette andranno bene per più occasioni come feste tra amici o uscite pomeridiane e riuscirete ad accontentare i vostri figli senza spendere cifre esorbitanti.

Gli accessori utili per sbizzarrirsi

Dove potrete prendervi delle libertà e rendere il look dei figli un po’ più particolare e originale è tutto ciò che viene considerato accessorio e cioè cerchietti per capelli, nastrini, cinture, scarpe, sciarpine, cappelli… Senza spendere un capitale darete un’impronta “vostra” fino a quando ovviamente vi sarà concesso perché l’adolescenza, epoca di ribellione per eccellenza, è dietro la porta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto