Un diario segreto per imparare a scrivere

IMG_9349Gabriele alle prese con il primo vero tema per la scuola: racconta il giorno di Natale.

Disastro… Come tanti miei studenti che sono anche più grandicelli, dopo una frase formulata anche maluccio, si ferma e mi dice: non so cosa scrivere… COME???? Io che amo scrivere, io che adoro leggere, io che ho anche aperto un blog…. Come è possibile?

Presa da un attimo di smarrimento provo a farmene una ragione pensando che in fondo mio figlio è per metà anche di mio marito che tra l’altro è ingegnere e quindi con fantasia pari a ZERO. Evidentemente Gabriele ha preso da lui e mestamente cerco di aiutarlo, in una parola sola: gli scrivo il tema. Lui lo deve solo copiare. Sì, ora lo faccio… Sì, ora gioco un attimo e poi vengo… Sì, prima finisco la partita…

Dopo diversi “sì” la mia voce ha iniziato ad urlare minacce di ogni tipo: non vedrai più una partita di calcio alla televisione per i prossimi 20 anni, non giocherai più al computer fino a 40 anni e così via. Il monello dopo qualche secondo arriva trafelato e inizia a scrivere. Ovviamente di monelli ne ho due e il secondo pensa bene di disturbarlo ogni pochi minuti. Lui si alza, va di là, chiede i risultati delle partite, guarda il fratello che continua a distrarlo dal compito.

Così, alla fine rileggendo il tema trovo almeno 10 errori di copiatura. Mi arrabbio veramente tanto come in classe perché anche lì, i ragazzi spesso sbagliano in quanto non prestano attenzione a quello che stanno facendo. Si alzano per andare in bagno causa una urgenza che sembra da pronto soccorso, poi chiedono la scolorina, la gomma, la penna rossa, devono bere, chiedere un fazzoletto… così il tema invece che essere scritto in un’atmosfera tranquilla, tipo silenzio da biblioteca, sembra fatto in un circo. I risultati si vedono: questanno, apparte, le H che sono un optional, i verbi al plurale con soggetti al singolare e così via…

Mi dico: non deve essere la fine di Gabriele e così ho un’idea geniale: gli regalo un diario segreto! Penso che sia più roba da femmine ma in cartoleria mi confortano e mi dicono che così non è. Infatti hanno diari con lucchetti tipici per bimbi maschi. Ne compro uno che mi sembra molto carino. Poi, lo do a Gabriele che rimane entusiasta! Potrà scrivere tutto quello che gli passa per la testa, potrà sfogare i propri sentimenti, paure e rabbie e la cosa più importante è che tutto sarà tenuto sottochiave grazie al lucchetto!

Inizia esperimento diario segreto. Vi terrò informate su come va a finire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto