Safari tour, esperienza unica anche con i bambini

Siamo stati ad Abu Dhabi ad inizo di gennaio 2017. Due anni fa eravamo stati anche a Dubai e devo dire che tra le due città, sicuramente mi ha colpito maggiormente Dubai. L’ultimo giorno, però, abbiamo fatto un Safari Tour nel desero, sul confine con l’Oman. Questa esperienza è stata davvero fantastica e Abu Dhabi ha recuperato punteggio su Dubai. Come credo quasi tutti sanno, questa città è la capitale degli Emirati Arabi Uniti che comprende diversi Emirati. I più importanti sono queste due città, attorno alle quali non c’è nulla se non il deserto.

Ricade il 45esimo anniversario dall’unione dei sette emirati e la città è tutta scintillante di bandiere e luci per ricordare l’evento. Ci sono due poli, uno di uffici con grattacieli che sfiorano le nuvole, uno più mondano, con grattacieli che sono però soprattutto alberghi come le due torri Ethiad che era anche il nostro albergo. 520 stanze con 72 piani… non male. Piscine riscaldate, vista la stagione ancora non molto calda e una spiaggia che però non è sicuramente molto bella per la visuale che dà su un cantiere navale e su un’area residenziale in costruzione.

Safari tour, esperienza da fare

Tornando al Safari tour, abbiamo deciso di farlo l’ultimo giorno. Dura circa sette/otto ore. Si parte nel pomeriggio su fuoristrada che hanno il tetto rinforzato, onde evitare di capovolgersi tra le dune e sfondare il tettuccio. Ecco, unica raccomandazione che posso fare, è di considerare se soffrite di vertigini o i vostri bambini di mal d’auto perché quando dopo circa 45 minuti si arriva al deserto, l’autista che ha una patente speciale, inizia a tutta velocità a cavalcare le dune, prenderle in pendenza, scalare e scivolare giù. Una specie di montagne russe!

Una sosta e via, verso altre dune e altri salti. Questa volta ci si ferma nei pressi di un allevamento di cammelli. Ci sono anche mercatini improvvisati ma non certo per noi turisti. Infatti si vendono pecore, galline e altri animali. Questo però è un aspetto positivo perché durante tutto il Safari tour non troverete mai nessuno che cercherà di vendervi qualcosa. Al limite, al campo, ci sono dei servizi extra da pagare come un giro sulle moto del deserto o delle mance dovute a chi ti fa fare un giro sul cammello o un disegno con l’henné.

Anche qui le mamme si fanno subito notare… ma parlo delle mamme cammello o, forse, sarebbe meglio dire dromedario visto che hanno una gobba sola.

Fatte le dovute foto si riparte alla volta di un accampamento dove si passerà il resto del tempo. In mezzo, tanto cuscini e tappeti con tavolinetti bassi dove si mangerà carne alla brace, verdure, cous cous e pane azimo. Tutto è gratis, anche le bevande, a parte ovviamente gli alcolici.

L’immensità che c’è attorno è fantastica! Come anche il tramonto che si inizia a vedere. Il deserto è affascinante, magico. Peccato che ovviamente questo sia solo lo sguardo del turista che passa e va e ovviamente riesce a lasciare dietro di sé anche tanta spazzatura… bottigliette di acqua, sacchetti di plastica sono sparpagliati un po’ ovunque.

Io mi lascio tentare da un giro sul dromedario… non sono mai stata neppure su un cavallo ma l’atmosfera invoglia, il senso di voler essere un tutt’uno con la natura mi prende e così mi lascio sedurre…

I bambini invece praticano un altro sport: provano ad andare sullo snow board.

Dopo aver cenato, ecco la danza del ventre. Sensuale, coinvolgente. La ragazza è bellissima e si muove con un’eleganza che ti colpisce. I bimbi guardano affascinati, le donne forse un po’ invidiose per quel fisico perfetto e gli uomini…. bè, credo con occhi molto attenti.

Inizia a fare veramente freddo, il sole è tramontato da un po’. Spengono le luci per mostrare le stelle ma c’è la luna che guasta un po’ la visione. Si vede Giove sfavillante, Orione, le Pleiadi. Ti senti piccolo sotto quel cielo così immenso. E infine devi tornare a casa. Peccato. Il tempo è volato e i bambini sono felici come del resto noi adutli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto