Come risparmiare sulla spesa

risparmiare sulla spesaEcco semplici consigli per chi vuole risparmiare andando a fare la spesa al supermercato. Forse leggendo questo post penserete: ma è banale. Vero! Però chiedetevi anche se fate tutto quanto viene raccomandato di fare. Alla fine, tirando le somme, vedrete che forse siete abituate a compiere due o tre cose consigliate nell’articolo ma quasi sicuramente non le seguite tutte quante, il che vuol dire che la vostra spesa potrebbe avere ancora del margine di risparmio.

Quindi, leggete e mettete in pratica. Di questi tempi, inoltre, ricordatevi che anche pochi accorgimenti possono fare la differenza.

  • Il primo consiglio che mi viene in mente è quello di cercare di andare a fare la spesa da sole, senza figli. Il motivo è semplice. Quando ci sono loro di mezzo, siamo sempre portate a comprare una macchinina, il didò, un libro da colorare. Questo perché hanno la capacità di prenderci per sfinimento. Continuano a piangere mestamente attirando l’attenzione dei passanti, mentre ci implorano di comprare qualcosa. All’inizio siamo decise e risolute ma molto spesso, a metà spesa iniziamo a mollare la presa e alla fine nel carrello finisce qualche prodotto che ci avrebbe fatto risparmiare un po’ di euro.
  • Sana abitudine è non rimanere “inchiodate” su alcune marche per la pubblicità vista in TV, per quello che dice nostra madre o una cara amica ma seguire l’istinto, cercando tra le varie marche anche quelle meno note che però ci danno fiducia. Controllare sempre quello che contiene il prodotto e poi valutare. Vi renderete conto che spesso alcune marche sconosciute hanno gli stessi identici ingredienti di quelle tanto rinomate ma che costano parecchio in più. Perché buttare via così i nostri soldi?
  • Attenzione alle offerte. Se ci sono alcuni prodotti che sicuramente prima o poi consumeremo come per esempio l’olio, i detersivi, i prodotti per l’igiene personale, succhi di frutta con data di scadenza lunga, carta igienica e così via, fate una buona scorta quando li trovate in offerta. Una bottiglia di olio di oliva extravergine è ben comprata quando è sotto i 4 euro. A volte anche la vostra marca sarà scontata del 30 o 50%. Perché non approfittarne? Magari ci saranno anche altre marche ma potreste sempre provarle e decidere se vale la pena farne una buona scorta. Alla fine gli euro risparmiati sono una bella sommetta.
  • Attenzione alle offerte. No, non è un doppione! Bisogna non lasciarci tentare da quelle offerte di prodotti che ci invogliano ma che non avremmo comprato se non in offerta. Quante volte compriamo delle creme solo perché ci attirano e sono anche in offerta? Poi magari non le useremo mai o le useremo poche volte, riempiendoci la casa di prodotti non utili ma superflui. Le offerte a volte giocano anche su questo aspetto psicologico e quindi occhio a non farsi prendere la mano.
  • Tenete sempre con voi la carta dei punti perché ogni supermercato ormai ce l’ha. Facendo la spesa potete mettere da parte dei punti e al raggiungimento di 1000 punti avrete magari 10 euro di sconto. Non è poco. La spesa va fatta, tanto vale farla guadagnandoci qualcosa. Inoltre, a volte, le offerte valgono solo per chi ha la tessera fedeltà. Se per sbaglio l’avete lasciata a casa, fatevela prestare sottobanco dal cliente che sta prima di voi alla cassa. Almeno riceverete gli sconti!
  • Occhio anche ai buoni sconto che sono spesso presenti sulle confezioni ma si buttano generalmente via. Anche in Internet ci sono dei siti dove è possibile stampare dei buoni sconto e presentarli alla cassa.
  • Cercate di andare una sola volta a fare la spesa. Vi renderete conto che si risparmia. Ogni volta che si entra in un centro commerciale siamo attratte da mille tentazioni. Entriamo per comprare solo due cosine e usciamo con almeno 50 euro di spesa. Se invece riduciamo al minimo questo “rischio” eviteremo tentazioni inutili.
  • A volte bisogna anche sapersi inventare delle strategie intelligenti per far sì di accontentare i nostri bimbi, facilitarci la vita e risparmiare pure. Se i nostri figli sono abituati a bere bevande oltre l’acqua, perché spendere sempre soldi per succhi o bibite piene di coloranti, dolcificanti? Inoltre ci carichiamo con tante confezioni pesanti che finiranno in poco tempo. Meglio allora comprare dei buoni sciroppi da allungare con acqua e che contengono alla lunga meno zuccheri oppure fare del the con preparati in polvere. Un sacchetto che costa due o tre euro vi permette di fare tanti litri di the e avere sempre qualcosa oltre l’acqua da poter offrire. Anche per le torte vale lo stesso discorso. Fare torte non richiede tanto tempo. I bambini amano le cose semplici e quindi siamo più facilitate. Una base di pasta frolla e poi Nutella o marmellata e la torta è fatta.
  • Altro consiglio che può sembrare a prima vista un po’ “strano” è quello di andare a fare la spesa quando non si ha fame perché scatta un meccanismo psicologico che ci fa venire voglia di comprare tutto in quanto siamo talmente affamate che il mangiare ha molta “presa” su di noi.
  • Infine, perché non comprare certi prodotti come frutta e verdura presso i coltivatori diretti? Ormai sorgono un po’ ovunque quei consorzi che rivendono la merce prodotta a km zero e che costa di meno non essendoci mediatori di mezzo. Vedrete che dai pomodori all’insalata, alle mele tutto verrà parecchio meno. Provare per credere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto