Questi terribili sensi di colpa…

baby_1778233bPerché noi mamme siamo così capaci di sentirci sempre con i sensi di colpa per ogni piccola cosa che va storta, per una giornata in cui ci siamo concesse un’ora di tempo per fare qualcosa per noi stesse? Anche se 23 ore su 24 sono state impegnate per accudire i nostri bimbi, la casa e il marito è sufficiente uscire un’ora per andare in palestra, farci i capelli o comprarci qualcosa e subito un peso cala su di noi: stiamo sprecando il tempo, non stiamo facendo quello che dovremmo fare.

Io, almeno, mi sono ritrovata parecchie volte in questa situazione e anche se razionalmente so che è sbagliata, vivo male la cosa. Guardo i miei piccoli cuccioli (belve) e mi sembra di aver fatto qualcosa di cattivo… ma da dove nascono tutti questi sentimenti negativi? I sensi di colpa?

Bè, forse perché noi madri abbiamo dentro di noi sentimenti ambivalenti nei confronti dei nostri figli. Prima, non a caso, ho scritto cuccioli-belve perché in effetti li vivo così. Sono teneri e dolci che verrebbe voglia di soffocarli di baci e coccole quando sono buoni e tranquilli mentre a volte, quando urlano e ci fanno disperare, vorremmo scappare via, lasciarli soli perché siamo esasperate, stanche, nervose e arrabbiate. La rabbia è l’altra faccia dell’amore che proviamo verso di loro. Ogni rapporto intenso è fatto di una medaglia con due facce. Non a caso, quando finisce un grande amore, si prova rabbia se siamo ancora innamorate mentre quando proviamo solo una sana indifferenza verso quel LUI che ci ha fatto versare tante lacrime allora vuol dire che il sentimento un tempo provato è proprio finito. Così, la rabbia che proviamo nei confronti dei nostri piccoli è reale ma la viviamo come un sentimento sbagliato e riprovevole al punto che piuttosto che tirarla fuori e cioè di ammettere quello che si prova, si hanno dei sensi di colpa. La colpa nasce non per l’ora di relax che ci siamo concesse ma per quelle volte in cui abbiamo vissuto i nostri figli come dei pesi da sopportare a fatica. Forse se si fosse capaci di ammettere i nostri limiti e capire che in fondo anche noi siamo esseri umani con tutte le nostre debolezze e incapacità, tutto sarebbe più semplice.

Proviamo allora a capovolgere la situazione. Se abbiamo dei sensi di colpa per qualcosa vuol dire anche che ci sentiamo responsabili per quanto è successo. Non sentiamoci quindi come colpevoli ma come adulti responsabili per i nostri figli. Sentirsi caricati da grandi responsabilità ci fa sentire meglio perché è un sentimento positivo, non negativo come la colpa. Essere responsabili per la propria vita e per quella dei nostri figli ci carica perché ci si sente importanti. Forse, se vissuto così il rapporto madre-figlio, potremmo diminuire quei momenti in cui ci sentiamo colpevoli valorizzando invece i momenti in cui operiamo delle scelte per suo il benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto