Pupazzi “mangiapensieri”, cosa sono?

pupazzi-mangiapensieriRiandando indietro nel tempo non è difficile ricordare quali paure rendessero meno serena la nostra infanzia: chi aveva paura del buio, chi di qualcuno nascosto sotto il letto, chi di personaggi che la tradizione popolare ci aveva tramandato come mostri… in ogni caso, ai tempi erano un vero terrore per noi e oggi sono, con molta probabilità, ancora motivo di pensiero per i nostri ragazzi. Avere paura è normale, ma come tutte le cose vanno affrontate per uscirne più forti, senza riderne o sminuirne la portata: dunque, per affrontare le paure con i bambini c’è qualcuno che ha messo a punto dei simpatici pupazzi mangiapensieri.

Si tratta di peluche dall’aspetto un po’ orripilante e dotati di una cerniera dove il bambino o il ragazzo può inserire il proprio pensiero che lo angoscia e così sentirsi più sicuro.

 

Ecco alcuni modelli di mangiapensieri

Navigando online non farete fatica a trovare diversi modelli in commercio di “mangiapensieri”, ma per le più brave di noi non mancheranno idee e suggerimenti per confezionarli a casa.

Al di la’ della trovata commerciale, questi pupazzi “mangiapensieri” possono essere un’idea sicuramente carina per affrontare piccole e grandi paure con i nostri figli: possiamo adattare, ad esempio, un peluche con una tasca o qualcosa di simile come custode dei nostri pensieri e sentirci ugualmente più sicuri e meno intimoriti dai fulmini del temporale o dall’interrogazione di storia di domani.

L’importante è, sicuramente, trovare espedienti che possano far sentire i nostri ragazzi meno impauriti: quali soluzioni avete trovato voi? Quali sono le vostre versioni dei pupazzi “mangiapensieri”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto