Come preparare il bambino alla scuola primaria

insegnanteI bambini iniziano ad acquisire le competenze che saranno a loro utili a scuola fin dai primi anni di vita. I genitori e gli educatori dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia possono aiutarli a prepararsi per questo importante appuntamento: l’inizio del bambino alla scuola primaria.

Preparare il bambino alla scuola primaria

Molti genitori ritengono che i bambini siano pronti per la scuola quando hanno acquisito determinate abilità come la conoscenza dell’alfabeto. In effetti, “essere pronti” significa molto di più e non solo possedere quelle competenze di pregrafismo per imparare a leggere, scrivere e far di conto ma anche a relazionarsi con gli altri bambini e instaurare con loro dei rapporti di amicizia. I bambini hanno maggiori probabilità di adattarsi bene a scuola se sono in grado di seguire le indicazioni dell’insegnante, risolvere i problemi, lavorare bene in autonomia e rimanere concentrati anche di fronte ad un compito difficile (sebbene possa non piacere).

I genitori svolgono un ruolo importante nella preparazione dei figli per la scuola. I buoni rapporti familiari e attività stimolanti fatte a casa e alla materna aiutano sicuramente i bambini ad avere successo a scuola. I genitori possono anche contribuire al futuro successo scolastico dei propri figli con un atteggiamento attento e amorevole, rispondendo rapidamente alle loro esigenze e domande, garantendo a loro una routine costante e una giornata scandita da orari e regole chiari.

Anche un buon rapporto tra i genitori ha un peso non indifferente sul successo scolastico dei figli. Quando il loro padre e la madre vanno d’accordo, i bambini sono più probabilità di avere buoni rapporti accademici e armoniose con gli altri.

Una coppia che comunica bene, che sono in grado di risolvere i conflitti con calma e controllare le proprie emozioni, aiutano i loro figli ad affrontare un impegno così notevole con maggior serenità.

Anche le relazioni che i bambini hanno con i loro coetanei sono importanti. Infatti i bimbi che si sentono accettati dagli altri e che fanno parte di “un gruppo” avranno meno difficoltà ad inserirsi nella classe e sarà meno probabile che mettano in atto atteggiamenti negativi come una eccessiva timidezza o aggressività. La percezione che i bambini hanno della loro scuola è un fattore importante perché chi di solito ha buoni risultati è anche un alunno che è riuscito a stabilire un legame affettivo con le insegnanti e con la scuola come ambiente di socializzazione.

Scegliere un buon asilo nido dove le educatrici abbiano familiarità con le varie fasi di sviluppo del bambino alla scuola prima. Anche la scuola materna è importante perché fornisce quelle competenze e abilità che saranno la base per un buon successo scolastico. Una scuola materna attenta allo sviluppo di un buon linguaggio, di capacità espressive, manipolative, psicomotorie favorirà il piccolo.

Di solito nell’ultimo anno di materna c’è un incontro con la scuola primaria. I bambini hanno la possibilità di passare un’intera giornata nel futuro edificio e di pranzare in mensa con i ragazzini più grandi che faranno le veci di “tutor”. Avranno anche la possibilità di conoscere le future insegnanti e fare un piccolo lavoretto. Il primo giorno di primaria i bambini oltre ad essere accompagnati a scuola dai genitori saranno seguiti dalle maestre della materna che li “consegneranno” alle nuove insegnanti. Ritroveranno il lavoretto fatto mesi prima in modo che non si sentano spaesati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto