Pasta per giocare: quattro ricette facili facili

plastilina-colorataI lavoretti manuali aiutano i bambini, anche i più piccoli, a sviluppare le proprie capacità; basta un po’ di pasta da lavorare e l’uso della fantasia per dare sprint alla coordinazione, alla manipolazione e all’uso dei sensi. Per aiutare il tuo bambino a imparare divertendosi puoi ritagliarti un po’ di tempo e mettere le mani in pasta per giocare insieme a lui, acquistando della pasta da modellare o, ancora meglio, preparandola tu. Come? Semplicissimo; basta seguire una di queste ricette!

Pasta per giocare al sale

Ti serve una tazza di sale grosso, una di acqua e mezza tazza di farina. Metti tutto in una casseruola e, mescolando, cuoci a fuoco lento fino a che il composto non diventa denso e assume una consistenza gommosa. Togli il recipiente dalla fiamma e lascia che la pasta si raffreddi; poi, aiutandoti con tanta farina quanto basta, lavorala fino a che non diventa facilmente manipolabile.

All’amido di mais

Mescola in una ciotola abbastanza capiente una tazza di acqua fredda, due cucchiaini di olio, una tazza di sale da cucina e un colorante adatto. Puoi optare per un colorante alimentare o una tempera; l’importante è dosarlo in modo da dare al composto un bel colore brillante. Una volta amalgamati gli ingredienti, procedi ad aggiungere la farina e la maizena; aggiungine poco per volta, sempre impastando, fino a che la pasta non assume la consistenza di quella che i panettieri usano per fare il pane.

Pasta d’avena

Se hai il timore che il bambino possa ingerire un po’ di pasta durante il gioco e se cerchi una formula che gli consenta di giocare anche da solo, questa è la ricetta che fa per te. Si tratta, ovviamente, di una pasta per modellare, non pensata per la consumazione, ma che, in caso di ingestione, non causa problemi. Gli ingredienti sono: una tazza di farina, una di acqua e due di farina d’avena. Mescola gli ingredienti in una ciotola fino a che l’impasto non diventa elastico e liscio.

Pasta colorata a lunga conservazione

Per una pasta che duri nel tempo, serve un ingrediente specifico, il cremor tartaro. Ne basta un cucchiaino, da mescolare insieme a una tazza di acqua, un cucchiaio di olio e mezza tazza di sale; metti tutto in una casseruola e ponila sul fuoco fino a scaldare per bene il composto. Togli dalla fiamma e aggiungi la farina mescolando energicamente fino ad ottenere un impasto liscio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto