Mi sono dimenticata mio figlio!

orologi-tavolo-7858-2944737Della serie: non sono una madre perfetta… Oggi, tornata da scuola, stavo come al solito smanettando sul blog per scrivere qualcosa di interessante, nuovo, simpatico. Mi sono seduta al computer verso le tre pensando con piacere che avevo più di un’ora di tempo da dedicare al mio PC. Ad un certo punto, non so perché, guardo distrattamente l’ora, tanto non era passato molto tempo e… sorpresa! Le 16 e 40!!!! Mio figlio esce da scuola alle 16,30! Il cuore mi è saltato in gola non tanto perché lo pensavo abbandonato in mezzo ad una strada ma per la figura che avevo fatto di fronte alle mamme e all’insegnante! Dimenticarsi il figlio? Come è possibile??? Una brava e amorevole madre non dovrebbe avere come priorità i suoi piccoli pargoli? Di sicuro la scuola mi aveva cercata al telefonino… già. perché non lo avevo sentito? Ma dov’era il cellulare? E se ora stavano già allertando i suoceri? Mega figura elevata ad esponente!!! Con le mani in sudorazione, il battito accelerato, ho fatto mente locale sui posti dove potevo aver messo il maledetto telefono che quando serve non lo trovo o non lo sento mai! Flash! In camera da letto! Mi sono lanciata nella stanza e in effetti era lì… ma nessuna telefonata persa… Una fioca speranza che il mio orologio fosse andato in tilt e che sicuramente erano solo le tre e 40… Corsa in cucina ma lì l’amara verità: anche l’orologio della cucina segnava inesorabilmente le 16,40… Così chiamo la prima mamma che mi viene in mente dopo aver scartato le mamme perfette, puntuali, pettegole, sarcastiche, criticone… Per fortuna c’è Federica! Lei mi capirà e non mi tormenterà con sguardi riprovevoli. Così la chiamo e subito comprende la situazione da mamma pratica e saggia qual è! Non ti preoccuparti tesoro… lo prendo io. Sono al parco ma torno indietro. Sigh! Al parco???? Così è passato veramente tanto tempo… Non faccio in tempo a varcare la soglia di casa e il cellulare suona: pronto? Maestra Rita? Sì, lo so… ho dimenticato il figlio… due minuti e arrivo!

Sono arrivata in 30 secondi… Già pensavo che mi avrebbero tolto la genitorialità… termine che voleva dire: non sei adatta a fare la mamma e quindi ti togliamo il bimbo! La maestra era lì e sorrideva… io rossa, sudata e con lo sguardo basso. Per fortuna mi sono sentita capita da persone come me… Ho fatto le mie scuse in mille modi possibili e poi ho chiesto timidamente quante volte nella sua carriera le era capitato… Lei, molto carinamente, mi ha risposto: parecchie volte! Anche mio marito lo ha fatto con mia figlia…

Poi ho scambiato due chiacchiere con Federica e lei mi ha consolata dicendomi: ma dai, pensa a quelle mamme che dimenticano i figli in auto sotto il sole… NOOO! E se mi succedesse? Tranquilla! Mi ha risposto Federica. Ormai i nostri sono grandi e si farebbero sentire… Ah, già! Per fortuna questo pericolo è passato… Consoliamoci così…. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto