Matematica tallone d’Achille? Arriva l’app perfetta e gratuita

matematicaAh, la matematica! La più odiata forse tra le materie studiate a scuola, un cruccio per molti e un vero ostacolo per chi soffre di discalculia. Ma come aiutare un piccolo studente che ha difficoltà a far quadrare i conti? È in arrivo l’applicazione web perfetta: creata da esperti, utile e totalmente gratuita; scopriamola.

Matematica, non ti capisco

Lo diceva anche Venditti in Notte prima degli esami ed almeno una volta lo abbiamo pensato anche noi: no, la matematica non sarà mai il mio mestiere. Croce e delizia degli studenti di ogni ordine e grado, la matematica agli italiani non piace troppo; si parla addirittura di un 40% di persone che hanno difficoltà con i numeri e di un 20% di studenti che proprio non la sopporta e che spesso, al di là dell’antipatia, deve affrontare vere e proprie problematiche significative che i programmi scolastici, purtroppo, non sempre possono aiutare a superare. In alcuni casi si parla proprio di discalculia, cioè di un disturbo specifico dell’apprendimento (quelli che oggi sono comunemente indicati come DSA) che colpisce le abilità numeriche e matematiche anche in bambini e ragazzi che per il resto hanno un’intelligenza ed uno sviluppo perfettamente corrispondente alla media dei coetanei. Non è facile da scoprire e diagnosticare, anche perché secondo gli esperti è necessario attendere almeno la terza elementare e sottoporre il bambino ad una serie di specifici test somministrati ad opera di competenti professionisti del campo della logopedia e della neuropsichiatria.

Lo strumento che mancava

Già oggi, dopo la diagnosi di discalculia, i bambini che ne sono affetti vengono guidati nei meandri della materia con strumenti appositi, messi in campo dai singoli insegnanti, ma nei giorni scorsi è stato presentato un nuovo aiuto, ora in fase di test, che potrà fornire un supporto ulteriore e diventare un valido sostegno nell’apprendimento e nell’insegnamento della matematica ai bambini con qualche difficoltà.
Il progetto si chiama I bambini contano ed è promosso dalla Fondazione HPNR, con il finanziamento di Fondazione Vodafone e il supporto tecnico scientifico dell’Università degli Studi di Padova, ed ha portato allo sviluppo di una web app appositamente pensata per sviluppare l’intelligenza matematica in tutti i bambini, con un’attenzione particolare a coloro che hanno qualche difficoltà in più.

Come funziona

Di per sé la web app per imparare la matematica è molto semplice, con una grafica pulita e lineare che aiuta la concentrazione eliminando tutto ciò che può distrarre il bambino durante gli esercizi. Secondo recenti studi, infatti, animazioni, musichette e interazioni eccessive possono impedire la corretta assimilazione dei contenuti e disperdere in qualche misura le competenze.

matematica

Basata sull’approfondimento in particolare delle tabelline e l’evoluzione della difficoltà di pari passo con i miglioramenti dell’utente, l’applicazione trasforma la matematica in un gioco sfidante, con il quale è possibile interagire, crescere e valutare i risultati ottenuti, ma sempre in veste ludica; la memoria e le abilità matematiche saranno sollecitate e consolidate con un esercizio continuo quasi senza accorgersene.
La web app I bambini contano si presenta anche come un utile strumento per gli insegnanti di matematica, che possono monitorare compiutamente l’attività svolta online dall’alunno, verificare numero di accessi, tipo di attività svolta, gli errori e visualizzare report completi che saranno fondamentali per intervenire in modo mirato in classe.

Quando arriverà

Al momento l’applicazione è in fase di test per verificare l’efficacia su un gruppo di bambini affetti da discalculia e su coetanei sani, ma sarà presto a disposizione. Nel gennaio del prossimo anno si potranno elaborare i primi risultati e procedere poi al lancio vero e proprio; quando sarà online, l’applicazione per far pace con la matematica e con i calcoli sarà fruibile gratuitamente da tutti, non solo da chi soffre di patologie specifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto