Maschera di Carnevale a tutti i costi?

Spesso siamo noi adulti a pensare che i nostri figli si vogliano mascherare perché è Carnevale, tutti lo fanno e si divertono, anche a noi fa piacere vederli vestiti in modo simpatico e divertente e quindi, anche spendendo qualche soldo di troppo, compriamo il vestito da principessa o la maschera da uomo ragno. E poi? Rimaniamo deluse e affrante quando vediamo che il bambino/a non ne vuole sapere di indossare l’abito e andare a scuola vestito così o fare un giro per la città mascherato. Ma ci siamo chieste se al bambino va realmente di mascherarsi?

Alcuni lo desiderano fin da piccoli e ci supplicano di comprare una maschera del loro personaggio preferito. In questo caso va bene, nulla di male. Ma altri bimbi, quelli più insicuri, potrebbero non desiderare mettersi in mostra più di tanto e preferire rimanere a casa il giorno in cui tutti vanno a scuola vestiti o non partecipare alla classica festa di Carnevale organizzata da qualche amico. Perché?

Le risposte possono essere semplici. Forse il bimbo non è ancora molto sicuro di sé e si vergogna a mostrarsi in maniera vistosa, indossando panni che non sente “suoi”. La spiegazione potrebbe anche essere un’altra: forse si vergogna di essere giudicato dagli amici, crede di avere un abito più brutto degli altri e si sente a sua volta brutto indossandolo.

Che fare?

Semplicemente non dovete costringere il piccolo a fare qualcosa che non desidera fare per non fargli vivere il Carnevale come una brutta festa, che ricorderà malvolentieri e ogni anno non vorrà festeggiare. Dovete ascoltare quello che i figli desiderano fare. Se non sono ancora pronti, parlategli e rassicurateli. Magari potranno semplicemente indossare una semplice mascherina e buttare i coriandoli senza doversi per forza mascherare.

Altra soluzione potrebbe essere quella di scegliere insieme a loro il vestito che preferiscono e se magari dovessero optare per una maschera troppo cara, potreste comunque discuterne con loro e spiegare anche le vostre perplessità. I bambini capiscono più di quanto pensiamo o riteniamo. Quindi la soluzione migliore potrebbe essere quella di costruire insieme un abito originale, senza spendere troppo ma facendo conto sull’inventiva e creatività che hanno i più piccoli. Un costume costruito insieme ha molto più valore per i bimbi piccoli. Sicuramente questo non vale per gli adolescenti che comunque ormai hanno anche l’età giusta per capire se vogliono o no vestirsi e decidere di conseguenza.

Ricordo quanto fatto tempo fa con Francesco in occasione di una festa di compleanno. Oppure potreste decidere di prendere una scatola o meglio, uno scatolone e ricoprirlo con carta colorata e poi incollare tre grossi cerchi verde/giallo/rosso per fare un semaforo (bucando lo scatolone in modo che dal foro esca la testa del bambino).

Cucire insieme tanti pezzi di stoffa colorata che potrebbero essere degli avanzi e creare Arlecchino. Con un pizzico di fantasia si possono fare tante cose…

Inoltre, bisognerebbe potersi mascherare anche in altre occasioni perché il travestimento è un modo di divertirsi. Indossare la cravatta, mettersi il rossetto e i tacchi della mamma… tutti i bambini adorano farlo. Non necessariamente bisogna aspettare Carnevale per divertirsi. Poterlo fare in casa, tra pochi amici, può essere un modo per imparare a mettersi in gioco e aumentare la propria sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto