Qual è il tuo mammastyle? Cinque tipi di mamma a confronto

mom-muroOgni mamma aspira al bene dei propri figli; l’obiettivo di tutte è certamente quello di condurli per mano a diventare adulti felici e soddisfatti.
Ognuna, però, lo fa a modo suo e agisce, più o meno consciamente, secondo un dato modello genitoriale. Secondo gli psicologi, i mammastyle universali sono cinque; scoprili insieme a noi e prova a capire qual è il tuo.

Quale MammaStyle sei? Vediamo insieme i tipi più comuni

 

La mamma perfezionista

bree-housewivesSei la mamma perfezionista se tieni davvero molto ad avere una famiglia da rivista patinata e talvolta un po’ eccedi nell’ansia di controllo. Vista da fuori, la tua è la famiglia modello e i tuoi figli sono educati, ordinati e vanno benissimo a scuola. L’aspetto decisamente positivo è che sei il punto fermo di tutta la famiglia, sei responsabile e affidabile e cresci i tuoi figli nello stesso modo, cercando di renderli adulti di cui ci si può fidare. Di contro, la tua tendenza a cercar di controllare tutto, spesso nasconde un grande timore per l’opinione altrui; ti senti sempre un po’ sotto esame, giudicata e reagisci irrigidendoti.

Il rischio: cercare la perfezione è la via più certa per il fallimento in ogni situazione, anche nella gestione dei figli. Non solo non puoi controllare tutto, ma un’eccessiva rigidità, un carico eccessivo di aspettative, potrebbe creare qualche problema ai tuoi figli, che rischiano di diventare ipercritici verso sé stessi e affidarsi un po’ troppo alle apparenze, perdendo di vista l’affetto e i sentimenti.

La mamma imprevedibile

susan-housewivesUn giorno sei allegra e disponibile, poi ti viene l’ansia; un minuto sei felice, il momento dopo sei in lacrime (commossa o spaventata, poco importa): sei la mamma imprevedibile, quella che viene costantemente travolta dai sentimenti e dalle emozioni. Ciò di cui devi andar fiera è la tua grande empatia; sei la mamma ideale con la quale confidarsi, perché sai sempre come fornire il giusto supporto e sai essere un ottimo motivatore. Essere te però non è per niente facile, perché tutte queste emozioni che senti così forti, che siano positive o negative, rischiano di diventare un fiume in piena e spesso ti fanno soffrire più del dovuto.

Il rischio: il 90% delle situazioni che ti preoccupano ( e che vivi come un dramma), le crei tu; sei un po’ troppo ansiosa a volte e rischi di trasmettere questo modo di affrontare la vita ai tuoi figli.

La mamma-amica

lorelai-gilmoreSei la mamma che tutti avremmo voluto da bambini; disponibile, aperta, simpatica, sempre al passo con le mode e soprattutto per niente autoritaria. A te piace trattare i tuoi figli come tuoi pari, perché non ti ritieni superiore a loro e perché il ruolo tradizionale di madre ti sta decisamente stretto. Dovessi essere costretta ad aderirvi ti sentiresti morire; invece così, non solo i tuoi figli ti adorano, ma tu trovi in loro dei confidenti, quasi dei veri amici. Il lato positivo, oltre al fatto che i tuoi figli saranno invidiatissimi dagli amici, è che nella tua famiglia tutti imparano ben presto ad assumersi responsabilità da adulti; mancando una figura di forte riferimento, dovranno rimboccarsi le maniche e fare da soli, diventando presto autonomi. Il risvolto negativo è tutto nell’assenza del vero e proprio rapporto madre-figlio, sia sotto il profilo delle regole imposte sia dal punto di vista emotivo.

Il rischio: avere una mamma amica è divertente, ma non è vero che i bambini e i ragazzi si trovano sempre a loro agio con questo modello genitoriale; spesso sono proprio i figli a sentire la mancanza di una figura almeno un po’ autoritaria, perché considerano l’imposizione delle regole come una manifestazione di affetto.

La mamma prevaricatrice

mamma-prevaricatriceSe appartieni a questa categoria e hai un figlio maschio, ben presto ti trasformerai in una di quelle suocere che odiano la nuora, rea di avergli sottratto il pargolo; per te, la vita di tuo figlio deve essere votata alla tua soddisfazione, a renderti orgogliosa di lui. Sotto sotto, pensi che tu gli hai dato la vita, quindi è giusto che tu sia il centro del suo mondo. È una cosa bellissima, per certi versi vera, e ha come contraltare il fatto che a tua volta faresti di tutto per il tuo cucciolo e che sei completamente concentrata su di lui; ma quando il bambino inizia a crescere, la situazione diventa quantomeno curiosa; in pratica tu fatichi a vedere tuo figlio come un vero e proprio individuo, con le sue esigenze e le sue aspirazioni.

Il rischio: la tua onnipresenza rischia di essere prevaricante e di rendere tuo figlio un adulto insicuro, sempre preso a chiedersi “cosa farebbe/vorrebbe mamma” e quindi incapace di prendere le proprie decisioni.

La mamma mix

annie-settimo-cieloSe non ti riconosci totalmente in nessuno degli altri modelli e ti senti e sei una mamma completa, sappi che puoi vantarti di far parte di un ristrettissimo gruppo di elette, perché secondo gli esperti solo il 10% delle madri può dirsi completa e combina gli aspetti migliori dei quattro archetipi visti in precedenza. Le emozioni hanno per te un posto importante, ma le sai controllare e gestire bene, senza eccessi e soprattutto senza riversare tutto il carico emotivo e le tue aspirazioni sui figli. Non sei perfetta, nessuno lo è, ma di certo ti impegni e l’equilibrio che riesci a creare fa in modo che i bambini si sentano amati e che anche tu ti senta soddisfatta.

Il rischio: praticamente inesistente; comunque vadano le cose trovi il modo di aggiustare la rotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto