L’ultimo nato appare più piccolo: baby illusion

babyhaha-main-banner.2014Il 70% delle mamme stima in difetto l’altezza dell’ultimo figlio. Non si tratta di una frase buttata lì a caso ma è quanto emerge da una ricerca condotta in Australia presso l’Università di Swinburne. E’ un fenomeno curioso e molto comune. Le mamme stimano gli ultimi nati più minuti e più bassi di quanto non lo siano nella realtà. I ricercatori hanno ottenuto questo risultato intervistando circa 800 donne con più di un figlio e chiedendo di dare un giudizio riguardo all’altezza dei loro bimbi. Se per i primogeniti la stima dell’altezza risultava sempre corrispondente alla realtà o con un lieve margine di errore, per quelli ultimi l’errore era quasi inevitabile e inoltre sempre in difetto. Il 70% delle intervistate ha infatti stimato più basso di ben 7,5 cm in media il figlio minore rispetto alla sua altezza effettiva.

Questo fenomeno è stato anche chiamato con il nome di “baby illusion” e cioè un involontario atteggiamento che le mamme in genere attuano nei confronti del più piccolo o ultimo nato. Si tende a dare a quest’ultimo una sorta di maggiore protezione perché vissuto come il piccolo di casa e così, di conseguenza, l’illusoria percezione che sia più piccolo e minuto anche fisicamente, ragion per cui vada più protetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto