Fare campeggio con tutta la famiglia: consigli pratici

campingLa prima volta che si decide di fare campeggio con tutta la famiglia si deve prestare attenzione a tante cose perché manca l’esperienza e quindi, potresti sottovalutare l’importanza di portare con sé alcuni oggetti mentre, al contrario, potresti portarne di inutili. Ecco allora un piccolo aiuto se sei alle prime armi.

Fare campeggio è sicuramente un’esperienza unica: piacevole per i genitori che finalmente non devono preoccuparsi di tenere in ordine la casa e fonte di gioia per i bambini perché stanno a contatto con la natura, non più chiusi tra quattro mura domestiche ma sotto una tenda o in roulotte. Una sensazione di libertà, avventura e ritorno alle “origini” per tutti. Per la buona riuscita di questa esperienza è fondamentale una parola: organizzazione!

SCEGLIERE BENE IN FUNZIONE DELLA PROPRIA FAMIGLIA

Prima di fare i preparativi, si deve scegliere il luogo ideale dove andare a trascorrere le vacanze in tenda o in camper. La scelta è importante perché da questa dipendono le attività che si faranno e anche gli oggetti che si dovranno portare. Fare campeggio in alta montagna è un’esperienza totalmente diversa da farlo in riva al mare o a un lago. Bisogna pensare bene a cosa conviene scegliere perché da questa scelta dipenderà anche la buona riuscita o meno dell’esperienza “campeggio”.

Una volta stabilita la regione o la zona che vuoi visitare, dovresti passare alcune ore in Internet per vedere i campeggi che si trovano lì attorno: cosa offrono, se sono attrezzati o non hanno neppure uno spaccio interno, se c’è bisogno della prenotazione, quanto viene una piazzola…

I PREPARATIVI

Una buona organizzazione prevede una lista delle cose indispensabili che andrà fatta qualche giorno prima, senza aspettare l’ultimo minuto. Questa lista andrebbe conservata anche per l’anno dopo perché la metà del lavoro dei preparativi sarebbe già fatta e inoltre, puoi aggiungere quelle cose che non avevi messo in conto ma che ti sono mancate.

NON DIMENTICARE DI PORTARE

Antizanzare: quando si dorme in mezzo alla natura è ovvio che ci siano molti insetti e zanzare. Per non passare tutto il tempo a grattarsi, meglio prevenire e portare con sé delle lozioni o creme antizanzare e magari delle candelle di citronella da porre fuori per allontanare questi fastidiosi insetti.

La crema solare: che sia montagna, mare o lago è sempre necessario portare una buona crema solare perché il sole fa bene ma può provocare bruciature se non si protegge la pelle.

Un grande telo di plastica: se vai in tenda, porta con te un grande telo di plastica da porre sotto il pavimento dell’abitacolo. Servirà per trattenere l’umidità, formando una specie di barriera isolante.

Lampade, fornelli e ricariche: ricorda di portare delle lampade a gas così come dei fornelli e soprattutto delle ricariche perché, se sei all’estero, magari non riesci a trovare quelle giuste. I campeggi più attrezzati hanno la corrente ma in caso di forti temporali potrebbe saltare e quindi devi poter contare su strumenti alternativi.

Catini e bacinelle: se il campeggio scelto non fosse il massimo per la pulizia, avere dei catini o delle bacinelle dove poterti lavare o lavare le stoviglie senza venire a contatto con i lavandini dei bagni in comune potrebbe essere una buona soluzione.

Mollette e filo per stendere: non dimeticarteli! Una volta lavati i due panni sporchi li devi anche stendere!

IL MENU DEL CAMPEGGIO

Quando si è in campeggio bisognerebbe rendersi la vita il più facile possibile e quindi prevedere una cucina semplice. Portarsi delle scatolette di carne o di minestra o di legumi senza dover ogni volta comprare il cibo e prepararlo, fa parte del gioco! Anche il sugo pronto per la pasta non sarà buono come il tuo che prepari a mano, ma per 15 giorni nessuno morirà di fame!

Portati dietro dei piatti di plastica in modo da dover lavare solo le padelle e le posate, alleggerendoti il compito delle stoviglie. Ricorda inoltre che nei campeggi sono predisposte anche delle zone dove fare il barbecue.

Meglio non portarsi tutto il necessario da casa perché i supermercati esistono in tutto il mondo! Localizza quello più vicino (di solito sono molto più economici degli spacci interni al campeggio) e quando stai per finire le scorte, vai a fare un po’ di spesa. Mangerai cibi più freschi e non sempre scatolame e inoltre, potresti scoprire in loco dei localini dove con poco puoi mangiare bene. In fondo sei in vacanza!

LA PIOGGIA

Se c’è una cosa che non si può prevedere né controllare è il tempo e la temperatura.  Se ci fossero delle lunghe giornate di pioggia, cerca di non perdere la pazienza perché potrebbe non essere piacevole restare tutto il giorno sotto la tenda, tra umidità e noia. Questo potrebbe essere un momento propizio per passare del tempo con i tuoi figli.  Potresti raccontare avventure straordinarie, magari anche un po’ gonfiate, di quando facevi campeggio da giovane o con i tuoi genitori e intrattenere i bambini con le orecchie ben aperte e gli occhi sgranati.

Pensa anche a portare dei giochi di società, dei libri da leggere e soprattutto una buona scorta di lampade o ricariche per non restare al buio! I bambini potrebbero dedicarsi anche a fare i compiti o se sei vicina ad un centro commerciale o a un cinema, questo momento potrebbe essere quello giusto per approfittarne e andare a fare due passi in mezzo alla civiltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto