La storia di una mamma stanca

2013-06-22 00.02.28Sono una mamma stanca, stanca di non avere più spazi per se stessa… So che non è bello dire queste cose ma è la realtà. Domani metro, veloce colazione al bar, solite chiacchiere e facce e poi in ufficio a lavorare. La classica impiegata che si deve tenere stretto il lavoro perché di questi tempi uno stipendio in più è importante. Poi ancora la metro e a casa. Mia madre anziana vive con noi e se da un lato non è il massimo per la famiglia dall’altro se non avessi lei non saprei come fare con tre figli. Uno è già grande e va alle superiori, gli altri alla scuola media. Escono alle due e almeno vengono a casa e trovano pronto. Poi stanno in casa e so che almeno sono con la nonna. Solo per le loro attività sportive escono ma altrimenti al momento non mi danno preoccupazioni. La sera metto insieme la cena. Mio marito torna verso le 8 e il più delle volte non fa altro che lamentarsi della giornata in ufficio. So che il suo lavoro di rappresentante non deve essere proprio fantastico ma anche a me lo stare sempre davanti ad un video con colleghe che se potessero mi incolperebbero anche del tempo che fa non è proprio il massimo.

 

Il fine settimana di una mamma stanca

Il fine settimana la spesa, le pulizie, lavare e stirare. La sera crollo stanca davanti alla TV. Qualche comunicazione a tavola… e tutto per cosa? So che molte di voi vivono come me e non si lamentano ma io sono una mamma stanca, mi sento svuotata da questa vita che ti fa correre in ufficio in attesa di una festività o delle vacanze estive di tre settimane quando va bene. Inoltre di questi tempi, due le passi a casa a fare le cose che non hai mai tempo di fare e una vai al mare. Ma ha senso tutto questo? Non so, forse dovrei dare una svolta trovare qualcosa che mi faccia ancora sentire utile…

Cara amica, mi hai chiesto di non scrivere il tuo nome e così rispetto la tua decisione. Ti chiamerò Stanca, visto che è la parola che forse ricorre di più nella tua lettera. Grazie per aver voluto condividere quanto stai vivendo. Io sinceramente non so cosa dirti per aiutarti anche se credimi, molte di noi passano momenti così, un po’ grigi, dove tutto sembra senza senso. Poi magari qualcosa torna a splendere… Pensa ai tuoi figli che sono bravi ragazzi e quindi vuol dire che questa tua vita apparentemente “inutile” non lo è stata. Hai saputo comunicare dei valori, delle cose importanti. Forse proprio per questo dovresti ritrovare uno scopo e uno stimolo per continuare ciò che fai con un pizzico di allegria in più. Un abbraccio, da una mamma stanca.

Cinzia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto