Kangaroo Care: i benefici del pelle a pelle continuano in età adulta

Il contatto pelle a pelle tra i genitori e il bambino è sempre più utilizzato, specie per i prematuri, come una vera e propria tecnica pediatrica; oggi uno studio longitudinale durato per ben vent’anni conferma l’importanza della Kangaroo Care e afferma che i suoi effetti durano nel tempo, fino all’età adulta, e coinvolgono tutta la famiglia.

Kangaroo Care, la nuova medicina

L’importanza del contatto pelle a pelle tra il neonato e i suoi genitori è ormai riconosciuta da tempo e vale in modo particolare per i piccoli più fragili, nati magari prematuri, che traggono notevole beneficio dalle pratiche di Kangaroo Care. Quello che, fino ad oggi, non sapevamo, era la durata degli effetti; nella maggior parte dei casi si pensava a vantaggi nel breve o medio termine, legati allo scambio di calore umano, anche in alternativa all’incubatrice.
Dal 1970, quando la tecnica venne introdotta a Bogotà (Colombia) dalla Dottoressa Nathalie Charpak e apparve al mondo come una novità, grandi passi avanti sono stati fatti e la Kangaroo Care si è diffusa con prepotenza in tutto il mondo, anche nei confronti dei bambini sottoposti a ventilazione meccanica, per i quali ha dimostrato di essere molto efficace nel ridurre lo stress e promuovere l’attaccamento del neonato ai genitori e la produzione di latte materno.
Ora, grazie ad uno studio longitudinale su larga scala, durato più di 20 anni, la Dottoressa Lydia Furman, del dipartimento di Pediatria del Rainbow Babies and Children’s Hospital di Cleveland (Ohio, USA), ha pubblicato sulla rivista Pediatrics un documento che ha quasi dell’incredibile perché afferma che questa tecnica, così semplice, così intima e così economica, ha degli effetti a lungo termine davvero interessanti e clinicamente valutabili.

Gli effetti da adulti

Ma in cosa si distingue chi, da neonato, ha potuto godere delle attenzioni della Kangaroo Care? Secondo quanto si legge nell’articolo, la Dottoressa Charpack ha seguito negli anni la crescita dei bambini sottoposti alla tecnica del contatto pelle a pelle, ricontattando loro e le loro famiglie e annotando progressi e miglioramenti. Ebbene, secondo le rilevazioni, dopo vent’anni dalla nascita, si registrano meno comportamenti impulsivi, minore indole aggressiva e un numero inferiore di casi di iperattività; i risultati scolastici sono migliori e un piccolo miglioramento emerge anche con riferimento al QI che sale del 3,6%. Dal punto di vista strutturale, poi, i soggetti esaminati hanno dimostrato di avere un cervello più grande rispetto ai coetanei del gruppo di controllo (anch’essi nati prematuri, ma accuditi con il tradizionale ricorso all’incubatrice).

Gli effetti sulle famiglie

Ma non sono solo i bambini a godere i benefici della Kangaroo Care; sembra infatti che anche i genitori e la famiglia nel complesso abbiano un futuro più roseo: si registra un migliore rapporto genitori – figli, in virtù del legame forte e intimo creato durante i primi mesi di vita, ed è addirittura l’intera armonia di casa a trarre vantaggio, se è vero che il nucleo famigliare risulta più coeso, sereno e a minor rischio di separazioni e rotture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto