Inserimento all’asilo nido, consigli pratici

L’inserimento all’asilo nido rappresenta il primo vero distacco dalla mamma e dall’ambiente domestico e quindi è comprensibile che generi ansia sia nel bambino che nei genitori. Nostro figlio sta compiendo il suo primo passo per entrare nel mondo e questo comporta sicuramente all’inizio delle difficoltà. Ci sono però alcuni semplici suggerimenti che possono aiutare il passaggio dalla casa al nido.

Nei giorni che precedono e che seguono l’inserimento all’asilo del bambino sarebbe meglio evitare dei cambiamenti eccessivi nella routine quotidiana perché il piccolo ne sta già vivendo uno molto importante. Meglio quindi rimandare qualsiasi cosa possa stravolgere la sua vita come per esempio il cambio della casa. Non sottoponetelo a prove difficili come togliere il ciuccio o il pannolino. Questo momento è stressante e non bisogna renderlo ancora di più.

Consigli pratici per inserimento all’asilo nido

Prima dell’inserimento all’asilo nido parlategli di quanto lo attende per non coglierlo di sorpresa. Cercate di spiegargli come sarà la sua giornata, i giochi che farà, il fatto che ci saranno altri bambini con lui durante la pappa e la nanna e altre persone si prenderanno cura di lui durante la giornata. Forse non sarà in grado di capire tutto quanto gli viene detto ma almeno non sarà una “doccia fredda” scoprire l’asilo nido solo il giorno in cui lo porterete. Se potete parlare prima con una educatrice per avere maggiori informazioni circa l’organizzazione della giornata al nido fatelo così sarete ancora più precise quando gliene parlerete.

Soprattutto il primo giorno e i seguenti lasciategli il suo pupazzo preferito, il ciuccio se lo usa o altri oggetti a lui familiari. Lo aiuteranno nel momento del distacco.

Il momento del saluto è fondamentale. Non dovrete mostrare timore o ansia perché non lo aiuterete. Si sentirà ancora più spaventato nel vedere sua madre triste e si metterà a piangere. Quindi via tutti i sensi di colpa, cercate di incoraggiarlo, vestitelo come se dovesse andare ad una festa, raccontategli cose allegre e poi salutatelo sicure, con un bel sorriso, senza turbamenti. Quando lo salutate dategli un riferimento preciso su quando lo andrete a prendere in modo che possa sentirsi rassicurato: ti vengo a prendere dopo la nanna, dopo il pasto o quando avrai fatto la merenda.

Cercate di instaurare un rapporto di piena fiducia con le insegnanti perché se le avete scelte vuol dire che avete trovato in loro un punto di riferimento. Non parlatene mai male soprattutto a casa dove anche il piccolo potrebbe sentirvi. Se si creassero dei problemi o malintesi andate di persona a chiarirli perché prima lo farete e meglio sarà per un rapporto collaborativo basato sulla fiducia e non sul sospetto e anche vostro figlio ne gioverà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto