Il problema del regalo…

downloadChe ci metto sotto l’albero???? Mi aiutate? Oggi dato che avevo qualche minuto libero, sono entrata in un negozio di giocattoli. Gira e rigira non ho comprato nulla. Peluche? No, inutili. Libri? Ne hanno almeno uno a settimana per incentivare la loro voglia di leggere. Macchinine? Troppe, tre scatoloni pieni… Giochi di società? Si usano un giorno e poi si dimenticano nell’armadio. Vestiti? Già tanti e poi snobbati soprattutto a Natale. Giochi elettronici? Non sono molto dell’idea e poi già hanno il tablet, il PC con Fifa 14… Che altro ancora devono avere?

Sapete qual è il problema vero? I nostri figli hanno tutto! Tutto, proprio tutto. Oggi Gabriele mi ha fatto arrabbiare di buona mattina. Il sesto giorno di dicembre. Tocca a lui aprire il calendario dell’Avvento. Dato che il giorno prima avevo messo un bigliettino che rimandava all’armadio dove c’erano degli stickers di Natale, Gabri aveva detto: “uffa, così domani avrò la stessa cosa di Franci”. In effetti avevo pensato di replicare il giorno dopo. Ricordandomi che tempo fa, avendo visto delle bustine campione di crema profumata, mi aveva supplicato di regalargliene una, mi sono detta: domani, dentro al calendario ci metto una bustina di crema. Cosa mi sarei potuta aspettare? Salti di gioia, voglia sfrenata di sentire il profumo… NO! Invece un muso lungo e imbronciato che diceva: che schifezza! Volevo gli stickers… Presa da rabbia improvvisa mi sono gettata sulla bustina di adesivi e gli ho detto: “tieni, pensavo che non la volessi visto i commenti di ieri”. Poi ho continuato a lamentarmi dicendo che non metterò più nulla, tanto non sono MAI contenti. Allora, con la coda tra le gambe cercava di ritornare sui suoi passi e di chiedermi scusa. Però, se ci penso bene, è assurdo che oltre al pensierino (che è un di più) uno debba avere anche il regalo di scorta! I bambini ci usano e il guaio è che siamo noi adulti a permetterglielo.

Sempre nel negozio, sentivo una mamma entusiasta del fatto che sua figlia ha chiesto solo regali rosa e poi ha aggiunto fiera: “pensi che ha solo 2 anni! Come sa già quello che vuole!”. Dentro di me ho contato fino a 20. Sono uscita senza dire nulla. Stavo per sputare una mia solita frase acida da donna pre-menopausa… E adesso, che regalo metto sotto l’albero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto