Il nuovo libro per ragazzi di Susanna Tamaro: Salta, Bart!

cover bart (541x800)Dal 15 ottobre è in libreria il nuovo libro di Susanna Tamaro, edito da Giunti e con le illustrazioni di Adriano Gon. Il titolo è: Salta, Bart! Ma chi è Bart? Un ragazzino di 10 anni che vive quasi sempre da solo in quanto i suoi genitori sono in viaggio e perennemente fuori per lavoro, ognuno a inseguire la propria carriera. Ma il rapporto tra figlio e genitori riesce in qualche modo ad esserci grazie alla presenza di un sofisticato sistema tecnologico che grazie ad un monitor mette in collegamento audio-visivo mamma e bimbo ogni giorno, più volte al giorno.

Tutta la vita di Bart ruota attorno alla tecnologia che gli indica cosa fare e quando farlo, cosa mangiare e ovviamente questo complicato sistema robotizzato segnala alla madre se il figlio esegue i propri doveri ma non riescono le stesse macchine a comunicarle se Bart si sente triste e scoraggiato come quando va alle lezioni di tuffo perché le emozioni non possono essere misurate o pesate dalle macchine.

Kapot è l’unico amico che riesce in qualche modo a far sentire un po’ meno solo Bart ma si tratta di un orsacchiotto di peluche. Purtroppo un giorno la mamma decide di toglierglielo in quanto considerato un oggetto fonte di troppe distrazioni e il bimbo cade in depressione. Per fortuna, di lì a poco, troverà una nuova figura: Zoe, una gallina sfuggita al macello che diventerà per lui un’amica inseparabile e anche uno strano personaggio, il maestro Lu, un saggio cinese.

Attraverso questi due personaggi Bart farà un viaggio formativo attraverso una serie di avventure che gli faranno scoprire i valori dell’amicizia, dell’amore per l’altro, del bello inteso come un valore spirituale.

Ovviamente lungo il racconto sono disseminate verità assolute valide sia ad un pubblico adulto sia a giovani ragazzi. Ecco alcuni esempi:

“Cose che non vedi più forti di cose che vedi.”

“Gente gentile ha grandi radici, gente arrogante solo grandi scarpe. Tocchi e sono paglia. Volano via.”

058 RIDIMENSIONATA (800x441)Accanto alla saggezza del maestro Lu troviamo l’ingenuità di Bart che fa da contrasto con l’astuzia di Zoe. I due si completano e spesso, attraverso le loro battute, prevale un tono umoristico perché Zoe e Bart sono opposti, lei divertente e intelligente, lui timido e un po’ impacciato.

Alla fine dell’avventura Bart riuscirà a vincere le sue mille paure e incertezze e a sventare anche un potenziale pericolo che minacciava il mondo intero.

Questa favola riesce, come spesso accade nei libri della Tamaro, a descrivere sentimenti e situazioni complesse in modo semplice, attraverso lo sguardo di un ragazzino.

Si affronta il rapporto genitore-figlio che non sempre è facile. A volte noi genitori non riusciamo a cogliere e capire i bisogni dei nostri ragazzi. Cerchiamo di farlo ma sbagliando come quando la mamma di Bart gli vuole regalare un Tamagothi per far sentire meno solo suo figlio…

Una sottile critica accompagna tutta la storia dove gli adulti, in un mondo futuro ma neppure troppo lontano, sono tutti concentrati sul lavoro, sulla tecnologia dimenticando i valori cardini della società come la famiglia, l’amore per gli altri, i sentimenti, i rapporti sociali.

Infine, uno sguardo preoccupato verso il nostro pianeta minacciato da tanti pericoli come è solita fare la scrittrice triestina nei suoi libri, attenta e sensibile al bello e alla natura che ci circonda e che dovremmo sempre proteggere.

Consigliato da mammastyle a partire dai 9 anni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto