Il nostro bambino non dorme?

Fasciare-i-neonati_su_vertical_dynLa tradizione di fasciare il neonato è un’antica usanza che in Occidente veniva impiegata subito dopo la nascita del bambino con un preciso obiettivo: tenere dritte le gambine.

Effettivamente la fasciatura del neonato è trasversale ed è ampiamente impiegata in diverse parti del mondo, la ragione?

I bimbi che vengono fasciati sono decisamente più tranquilli, dormono decisamente meglio e possono saper affrontare in modo sereno tutti i problemi dei primi giorni di vita quali le coliche.

La spiegazione scientifica è da riscontrare nel concetto di contenimento: una volta che sono avvolti dentro ad una copertina o a un lenzuolino, sono pertanto bloccati, non potendo muovere o provare a muovere qualche arto con i confini ben definiti e limitati. I bambini per i loro primi nove mesi hanno vissuto all’interno dello spazio materno dell’utero e pertanto confinati al suo interno, si sentono al sicuro. Vedendo restringere il loro campo d’azione, una volta nati, si sentono più rassicurati.

Sembra strano e atipico che un piccolino possa trarre del vantaggio dalla condizione di chiusura ma è così, e il fatto sorprende e non poco.

La fasciatura può rassicurare il bambino, gli conferisce benessere, pace, serenità, lo contiene e lo protegge.

Questo è il principale motivo per cui i bambini fasciati dormono più sereni, più tranquilli, impiegano il calore per poter sconfiggere piccoli dolori (le coliche, per esempio) e sono più tranquilli.

Cosa si intende per fasciatura?

Attualmente in commercio sono presenti tantissime fasciature con cui poter stringere il bimbo nei suoi primi giorni di vita. Per poterlo fare è necessario avere a disposizione un lenzuolino in cotone o una leggera copertina che si possa mettere intorno al corpo come una fascia.

E’ opportuno impiegare un tessuto non troppo pesante, anche nei mesi invernali onde evitare che, se chiuso nel proprio sacco, il bambino possa sudare davvero troppo.

E’ fondamentale che il materiale sia organico e che posto a contatto con la pelle delicata del bambino non la irriti.

Come si effettua una buona fasciatura?

Fasciare un bambino è facilissimo. Si procede disponendo la copertina su una superficie liscia e morbida come il letto o il fasciatoio.

  • Poi si procede piegando uno degli angoli verso l’interno in modo che la piega possa avere la giusta altezza del neonato e lo si possa appoggiare sulla copertina con il collo sul limite superiore della piega, ovvero tutto il corpo tranne la testa deve essere appoggiata sull’area protetta.
  • Poi si deve tenere il braccio destro del bambino lungo il fianco, si fa passare il lembo destro della coperta e si richiude sotto la schiena.
  • Si stende il braccio sinistro e quindi si tira su il lembo inferiore della coperta dopo averlo incastrato tra la spalla sinistra e l’angolo sinistro della coperta, poi si chiude con il lembo sinistro.
  • I piedini, che sono chiusi nella coperta, devono avere lo spazio necessario per potersi muovere, onde evitare il surriscaldamento.

Anche il post sul sonno e bambini potrebbe tornarti utile se avessi un figlio un po’ più grandicello con poca voglia di dormire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto