Il gioco psicomotorio: a cosa serve e come si pratica

psicomotorioIl gioco psicomotorio è molto utile per tutti i bambini ma a trarne i maggiori vantaggi sembrano essere in particolar modo i bimbi che presentano un blocco cognitivo o relazionale rapportato anche a fattori di tipo caratteriale come timidezza e insicurezza.

 

Quale lo scopo del gioco psicomotorio?

Il gioco psicomotorio ha lo scopo di colmare questo tipo di problemi, favorendo l’autostima dei piccoli e l’aumento della capacità di interagire con maggior facilità nelle relazioni sociali e con tutto ciò che li circonda. La psicomotricità educativa aiuta i vostri figli a crescere in maniera corretta e serena favorendo sia la crescita corporea che verbale. Oltre ad aumentare la fiducia in se stessi, è utile per migliorare la concentrazione, in questo modo si avrà un rendimento migliore anche a livello scolastico ed inoltre il bimbo aumenterà la sicurezza di comunicazione verso gli altri.

Il gioco psicomotorio fa in modo che i bambini focalizzino la propria attenzione sul proprio corpo, quindi oltre ad agire sull’attività motoria si creano dei benefici a livello emotivo, relazionale e cognitivo. In pratica con il gioco psicomotorio i vostri bambini, oltre a giocare e muoversi con sicurezza, riusciranno ad esprimere le loro emozioni e anche le loro sofferenze, in questo modo potranno migliorarsi notevolmente avendo una maggior consapevolezza della propria mente e del proprio corpo.

La pratica psicomotoria, attraverso il gioco e il divertimento, basa la sua attività sul piacere, favorendo, oltre alla conoscenza e all’immagine positiva della propria persona, la cooperazione e il rapporto con i suoi coetanei, la condivisione e l’organizzazione dello spazio, nel rispetto delle regole. Generalmente questi giochi vengono svolti in gruppo e i materiali utilizzati per questo tipo di attività sono di due tipi: una tipologia di materiale viene usata per l’espressività motoria, un altro tipo di materiali invece, è maggiormente utile per sviluppare l’espressività grafica. Nel primo caso vengono usati sia diversi attrezzi rigidi, come  le spalliere o altre attrezzature che permettono di salire, scendere e saltare e sia attrezzi morbidi, come i cuscini, piccoli peluche, palline e tubi di vario genere di gommapiuma. Per l’espressività grafica invece, vengono utilizzati dei cartoni rigidi di varie dimensioni abbinati a pennarelli e pastelli.

Ricordatevi che è molto importante la salute dei vostri figli, quindi è consigliabile proporre i giochi psicomotori a chiunque, anche se non sono presenti particolari problemi come quelli citati prima, in ogni caso è bene informarsi presso uno psicomotricista in modo da ottenere tutte le informazioni necessarie al fine di conoscere meglio tutti i vantaggi che si possono trarre da questo tipo di attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto