Il bagnetto del bambino senza stress

bagnettoIl bagnetto può essere fatto qualche giorno dopo la caduta del moncone ombelicale, per evitare il rischio di infezioni attraverso la ferita non ancora ben chiusa. Anche se non esiste un momento ideale per fare il bagno, si consiglia si consiglia di compiere questo rito prima della nanna, per favorire il sonno. Sarebbe una buona abitudine fissare sempre lo stesso momento nell’arco della giornata perché ai neonati piace la routine. Per il bebè è un momento piacevole perché lo riporta alla sua esperienza acquatica vissuta all’interno del grembo materno.

Sono necessari alcuni accorgimenti come la temperatura dell’ambiente che deve essere intorno ai 22-24 gradi e quella dell’acqua non oltre i 37 gradi. La durata può variare a seconda del desiderio e dell’età del piccolo: va limitata a 2-3 minuti nel neonato, che è molto sensibile al raffreddamento e alla fatica di un bagno prolungato: durerà sempre più (fino a 10-15 minuti) a mano a mano che il bimbo apprezzerà il contatto con l’acqua.

I piccoli dettagli

  • Gli occhi vanno lavati con una garzina imbevuta di soluzione fisiologica, partendo dall’esterno dell’occhio verso l’interno. Puoi usare anche l’infuso di camomilla che svolge un’azione rinfrescante e antinfiammatoria.
  • Per quanto riguarda la pulizia interna del naso, ricorda di non introdurre corpi estranei nelle cavità nasali. Per migliorare la fluidificazione del muco e per favorirne la sua rimozione, puoi instillare qualche goccia di acqua, di soluzione fisiologica.
  • Anche la pulizia delle orecchie è importante: puoi farla usando le garzine imbevute di soluzione fisiologica. Usa molta delicatezza, limitandoti al padiglione esterno e all’accesso del condotto uditivo senza andare in profondità.
  • I genitali vanno puliti con cura tutti i giorni, sia durante il bagnetto sia durante il cambio dei pannolini, per eliminare i batteri provenienti dalla zona anale. Per detergerli, usa una spugnetta pulita o un battufolo di cotone imbevuto di acqua.
  • Per tagliare le unghie usa forbicine dalla punta arrotondata. Questa operazione non è necessaria nei primi giorni di vita perché le unghie sono molto morbide e tendono a sfaldarsi spontaneamente. In seguito diventano più dure e il bimbo potrebbe involontariamente graffiarsi. Il momento che facilita questa operazione è dopo il bagnetto quando l’acqua e il calore le hanno ammorbidite. Se temi di fargli male, puoi fare questa operazione mentre il piccolo dorme e non si muove.

Non eccedere con la pulizia!

  • Il sudore dei piccoli è acquoso e non ha odore. Per rimuoverlo non c’è bisogno di sapone, basta lavarlo con la sola acqua tiepida.
  • Non serve strofinare la pelle: la forza dei detergenti è tale che basta passare la schiuma del sapone per pulire completamente il tuo bimbo.
  • Sciacqua bene, togliendo il sapone dalla pelle. Meglio togliere i prodotti che contengono profumi e preferire quelli naturali. Se la pelle è secca e sensibile è meglio evitare qualsiasi forma di detergente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto