Frigorifero: Come organizzarlo correttamente

Il frigorifero è uno degli elettrodomestici dei quali al giorno d’oggi non si riesce proprio a fare a meno, però se si continua a posizione i cibi a caso al suo interno può venire il principio del suo utilizzo, ossia una corretta conservazione degli stessi.

La temperatura giusta per un frigorifero è di 5°C sulla mensola centrale. Tuttavia, la temperatura non è costante in ogni parte del frigorifero. Sfruttando le diverse temperature si possono conservare in maniera ottimale tutti gli alimenti.

Vediamo, dunque, quali sono le regole per una corretta organizzazione del frigorifero.

Organizzare i ripiani all’interno del frigorifero

  1. All’interno di ogni frigorifero vi è un cassetto definito “cassetto a bassa umidità” o “cassetto per la verdura”. Al suo interno va riposta la frutta in quanto quest’ultima si conserva meglio a bassa umidità. E’ meglio riporla sfusa o in sacchetti di plastica aperti e non sigillati altrimenti in questi ultimi marcirà più velocemente. Inoltre la bassa temperatura (8°C) non
  2. Le verdure vanno conservate nel “cassetto ad alta umidità”, di solito accanto a quello a bassa umidità. Vanno lavate e pulite, fatte ben asciugare e poste nel cassetto infondo, avvolte in un tovagliolo di carta o nella carta da cucina e poste in un sacchetto di plastica aperto. Tuttavia sarebbe meglio non lavarla prima di conservarla perché il contatto con l’acqua aumenta la possibilità che crescano batteri.
  3. La carne cruda va tolta dal contenitore, avvolta in carta assorbente e posta sul ripiano inferiore in modo che non coli liquido sul cibo già cotto e non causi avvelenamento. Non va conservata nella parte superiore perché marcisce più velocemente. In alcuni frigoriferi è presente un contenitore apposito per la carne.
  4. pesci vanno puliti e poi disposti sul ripiano inferiore.
  5. In molti conservano il latte e le uova nella porta del frigorifero, ma essa è la parte più calda (10-15°C) del frigorifero e ciò farebbe perdere loro freschezza più rapidamente. Per tanto il latte va conservato nella parte più fredda (2°C) ossia sul ripiano inferiore. Se le uova non vengono consumate velocemente meglio conservarle nel loro contenitore originario nel ripiano inferiore.
  6. Panna, latticello e yogurt vanno conservati nel ripiano in basso, quello più freddo.
  7. Salumi e formaggi vanno riposti nel piano intermedio, a 5°C.
  8. I condimenti contengono di solito molto sale, aceto e altri conservanti che evitano ai cibi di deteriorarsi velocemente, quindi va bene conservarli nella parte più calda del frigorifero, cioè la porta. I condimenti dolci come la marmellata, la gelatina e lo sciroppo possono essere conservati nel ripiano intermedio della porta, mentre quelli saporiti come la mostarda e la salsa di soia sul ripiano più in alto.
  9. Le bevande tendono anche a conservarsi più a lungo dei cibi e per questo possono essere conservate anch’esse nella porta. Il ripiano inferiore della porta va dedicato agli alimenti più grandi e pesanti, come il succo d’arancia, la birra e le bibite gasate.
  10. Anche se il burro è un prodotto caseario, va bene conservarlo nello scomparto dedicato nella porta. Il burro non ha bisogno di essere tenuto al freddo come il latte.
  11. Gli avanzi e i cibi precotti vanno riposti sui ripiani superiore e intermedio.

Consigli

  • Non riponete troppi alimenti nel frigorifero. Se lo riempite al punto che non c’è più spazio tra i prodotti, l’aria non riuscirà a circolare e la distribuzione della temperatura verrà ostacolata.
  • Non lasciate accumulare la brina. Se lasciate accumulare la brina, il frigorifero non funzionerà in modo efficace. Inoltre, man mano che la brina cresce, lo spazio si riduce. Sbrinate regolarmente il vostro frigorifero e usate acqua calda con un poco di aceto per togliere gli odori.
  • Ricordatevi che alcuni cibi non hanno bisogno di essere refrigerati, anzi, potrebbero esserne danneggiati dalla refrigerazione stessa: è il caso di frutta esotica, pomodori, fagiolini, cetrioli e zucchine. Il pane diventa raffermo più velocemente se conservato in frigorifero. Frutta e verdura che devono ancora maturare devono essere conservate a temperatura ambiente.
  • D’estate, il termostato dovrà essere spostato su una temperatura più fredda rispetto all’inverno. Assicuratevi che la porta del frigorifero sia sempre ben chiusa, apritela solo quando è necessario e richiudetela il più presto possibile.
  • Non mettete grosse quantità di alimenti caldi nel frigorifero perché, così facendo, la temperatura salirà.
  • Praticate il FIFO, First-In-First-Out, cioè “primo dentro primo fuori”: tirare fuori e consumare per primi gli alimenti che sono stati riposti per primi.
  • Ricordate che gli alimenti sono al sicuro nel frigorifero solo per il tempo indicato sull’etichetta.

Dott.ssa Michela Capuzzoni

Per info e contatti qui e qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto